22 June, 2021
HomePosts Tagged "Antonio Caria" (Page 14)

[bing_translator]

Sarà direttamente lo studente a scegliere, tramite un’app, se seguire le lezioni a distanza o in presenza, ma una cosa è certa: a settembre ripartiranno le attività didattiche dell’Università di Cagliari.
«È sicuramente desiderio e volontà di tutti avere nuovamente un Ateneo aperto e vissuto come merita da studentesse, studenti, docenti, ricercatori, personale, Erasmus, Visiting professorha dichiarato la Rettrice, Maria Del Zompoma altrettanto grande è il senso di responsabilità sociale che ci impone di contribuire a mantenere alto il controllo della pandemia, eliminando tutte le situazioni a rischio, per evitare che quanto fatto finora risulti vano e per il rispetto dovuto alle tante, troppe, persone che sono decedute, e che purtroppo continuano a mancare, a causa dell’infezione da Covid-19 e alle loro famiglie. Con la massima prudenza e nel rispetto delle regole sanitarie ci troviamo pertanto ora ad affrontare insieme una nuova fase, ognuno nel rispetto del proprio ruolo e delle proprie competenze, per rendere l’Ateneo più efficace e più efficiente.»
«Gli studentisecondo quanto approvato dal Senato accademico e dal Consiglio di amministrazione saranno chiamati ad optare per la presenza o la distanza prima dell’avvio dell’Anno Accademico e la loro scelta sarà vincolante per l’intero semestre. Se il numero degli studenti che opteranno per la didattica in presenza supererà la capienza massima delle aule, ciascuna Facoltà provvederà a definire un sistema di turnazione.»
Attraverso il Centro EFIS, si sta sviluppando un’applicazione denominata “ApPosto” per la prenotazione delle lezioni in presenza da parte degli studenti, illustrata agli organi collegiali da Gianni Fenu, delegato di Ateneo per l’ICT.
Inoltre, sempre a partire da settembre i servizi di tutorato di orientamento, di tutorato disciplinare e di Counseling psicologico, riprenderanno in modalità mista, tramite appuntamento e nel rispetto delle norme di igiene e distanziamento, oppure a distanza attraverso i canali già utilizzati durante la Fase 2.
Sarà uno sportello virtuale, gestito con un applicativo associato con Microsoft Teams. A gestire il servizio segreterie studenti. Prevista anche l’attivazione di uno sportello telefonico, attraverso la deviazione dei numeri fissi degli uffici su telefoni cellulari assegnati temporaneamente alle singole persone. Gli accessi agli spazi universitari sarà garantito nel pieno rispetto delle norme già in vigore.
Antonio Caria

[bing_translator]

«Per il primo anno anche il comune di Carloforte potrà usufruire, a partire dal mese di agosto, di un valido ed utile servizio atto a garantire e potenziare un congruo livello di assistenza sanitaria in termini di emergenza-urgenza grazie alla presenza sul territorio di un’ambulanza infermieristica, cosiddetta India.»
L’annuncio arriva dal consigliere regionale della Lega, Michele Ennas, che aggiunge: «Un segnale chiaro di quell’attenzione che vogliamo dare a territori, come quello di Carloforte, geograficamente svantaggiati ma che necessitano dei medesimi servizi, soprattutto a livello sanitario, al pari di ogni altro territorio. Le ambulanza India sono presenti, infatti, su tutto il territorio nazionale e sono un mezzo di soccorso importante nel sostegno delle funzioni vitali del paziente, in quanto possono somministrare terapia endovenosa e garantire a tutti gli effetti quell’intervento tempestivo che in determinate casistiche si rivela indispensabile per la salvaguardia della vita stessa del paziente. L’obiettivo è garantire gradualmente, come specificato e chiarito anche nella stessa delibera, tale servizio, per tutto l’anno con copertura h24 a garanzia di un’assistenza sanitaria adeguata alle esigenze della comunità locale.»

Antonio Caria

[bing_translator]

Confermare la volontà di realizzare nella base aerea di Decimomannu un centro di eccellenza per l’addestramento al volo avanzato internazionale Ifts. È stato questo l’obiettivo dell’incontro, svoltosi questa mattina a Villa Devoto, tra il governatore, Christian Solinas, e il presidente di Leonardo (leader mondiale nello sviluppo e fornitura di sistemi di addestramento avanzato integrati per piloti militari) ed Alessandro Profumo (amministratore delegato della società).
Era presente anche una delegazione dell’Aeronautica militare capitanata dai generali Luca Goretti (sottocapo Stato Maggiore) e Luigi Casali.
«Desideriamo cogliere le opportunitàha dichiarato Christian Solinas che derivano dall’ospitare un centro di eccellenza nel settore dell’addestramento al volo a connotazione internazionale che produrrà un incremento dell’occupazione e una collaborazione con realtà tecniche e accademiche.»
Nel corso dell’incontro sono stati evidenziati i ruoli dell’Aeronautica militare che si candida a consolidare la posizione di leader nell’erogazione dei corsi di addestramento avanzato a livello internazionale e di Leonardo che rafforzerà Il posizionamento competitivo nel settore dell’addestramento avanzato sfruttando le nuove opportunità di mercato.
Antonio Caria

[bing_translator]

«Abbiamo lavorato in totale sinergia con tutte le Istituzioni per raggiungere il risultato che porterà alla definizione della vertenza ex Alcoa. Ciò conferma l’attenzione della politica nei confronti di un comparto strategico per il territorio. La Regione ha, infatti, sempre sostenuto i lavoratori e l’azienda al fine di riavviare le attività produttive dell’alluminio nel polo industriale del Sulcis-Iglesiente.»
Lo hanno ribadito le assessore regionali Anita Pili (Industria) ed Alessandra Zedda (Lavoro), al termine dell’incontro convocato, in videoconferenza, dal sottosegretario del ministero per lo Sviluppo economico, Alessandra Todde, a cui hanno partecipato in videoconferenza, e al quale hanno preso parte Invitalia, i rappresentanti dell’azienda italo-svizzera, i sindaci del territorio, i sindacati ed i segretari nazionali di categoria. «L’incontro di oggi getta le basi per chiudere una vertenza di fondamentale importanza per tutta l’Isolaha rimarcato Anita Pili -. Attraverso ‘Agenda industria’ abbiamo ribadito la rilevanza strategica di un sito considerato come unica filiera metallurgica non ferrosa del Paese. È necessario ora che l’azienda concretizzi quanto prima le azioni previste nel piano, tese alla realizzazione di opportunità di sviluppo economico e sociale nel territorio sulcitano.»
Alessandra Zedda ha sottolineato che «per i lavoratori, dopo anni di stallo e di incertezze, si apre uno spiraglio per il futuro che consentirà il recupero di professionalità ed esperienze nel settore metallurgico. Un passo decisivo da compiere nell’immediato – aggiunge Alessandra Zeddaè quello di integrare la mobilità in deroga che ad oggi non raggiunge neppure il reddito minimo. Auspichiamo ora che possano essere salvati i 370 posti di lavoro e che, con il riavvio del ciclo produttivo a pieno regime, emerga l’esigenza di implementare le risorse umane».
«La Sardegna hanno concluso Anita Pili ed Alessandra Zedda – conta in una soluzione positiva che contribuirà a dare prospettive di sviluppo economico e crescita dell’occupazione per i prossimi anni.»
Antonio Caria

[bing_translator]

«Le accuse mosse da alcune associazioni di categoria sono del tutto pretestuose e destituite di fondamento. Questa Giunta è attenta alle richieste degli agricoltori sardi e ha messo in campo risorse importanti per rispondere con misure straordinarie a sostegno dell’intero comparto.»

A dichiararlo è l’assessora regionale all’Agricoltura, Gabriella Murgia, che ha voluto rispondere ai rappresentanti delle organizzazioni agricole.

«Vorrei prima di tutto precisareaggiunge Gabriella Murgiache, nonostante un’emergenza sanitaria ed economica mai vista prima, abbiamo dato una decisa accelerazione alla spesa superando di molti punti percentuali l’obiettivo fissato. E a chi parla di lentezza nella programmazione dei fondi europei dico solo che ritardi non ce ne sono, visto che a causa della pandemia l’inizio del prossimo periodo di programmazione è slittato di due anni, al 2022.»

«Non risponde poi al verosottolinea Gabriella Murgia -, nel modo più assoluto, l’accusa di aver rifiutato il confronto con le organizzazioni agricole. Abbiamo fatto una videoconferenza con tutte le associazioni circa un mese fa e da diversi loro rappresentanti sono arrivati apprezzamenti per il lavoro svolto, e appena quindici giorni fa ho ricevuto i vertici di Oilos. Questa settimana ho firmato diversi decreti e bandi, a cominciare dal decreto di proroga, dopo aver ascoltato le richieste di una delle associazioni, per il riconoscimento della qualifica di imprenditore agricolo professionale, per continuare con i provvedimenti a favore del settore vitivinicolo e della pesca o per i danni causati dalle cavallette.»

«Tutto questoconclude l’assessora regionale dell’Agricolturadimostra che con le associazioni il dialogo non è mai venuto meno. Ma i loro rappresentanti dovrebbero essere propositivi e affiancare l’assessorato nelle rivendicazioni degli agricoltori sardi, mentre con certe dichiarazioni faziose creano nell’opinione una rappresentazione non veritiera e fuorviante. Hanno finalità di carattere politico e invece dovrebbero lavorare per tutelare gli interessi di coloro che rappresentano e al tavolo dovrebbero portare questioni tecniche. Il ruolo dell’assessore è squisitamente politico e segue gli indirizzi tracciati dal Presidente. E poi è davvero inaccettabile che strumentalmente venga tacciato di incompetenza chi lavora in un assessorato che può vantare ottimi dirigenti e una struttura organizzativa efficiente nonostante sia sottodimensionata rispetto alle reali esigenze.»

Antonio Caria

[bing_translator]

Sarà Fabio Mereu il nuovo presidente di Confartigianato del Sud Sardegna per il prossimo quadriennio. Il 43enne imprenditore cagliaritano, rappresentante della Mereu Autolinee, prende il posto di Luca Murgianu.
«Accanto al bisogno di liquidità, per il quale occorre essere ancora più incisivi con le banche perché in questo momento di grande difficoltà sostengano il mondo economicoha dichiarato Fabio Mereule imprese hanno la necessità che la politica lavori per assicurare che ai provvedimenti contenuti nei decreti emanati seguano fatti concreti che siano in grado di far produrre i loro effetti sul mondo economico con la massima rapidità. E questo è tanto più vero se si parla di tecnologie digitali, vero motore di una rivoluzione alla quale dovremo contribuire tutti accompagnando le imprese verso quelle nuove tecnologie immateriali che possono consentire uno sviluppo imprenditoriale al passo con le nuove sfide regionali, nazionali ed internazionali.»
Il neo presidente sarà coadiuvato 4 vicepresidenti: Salvatore Loi, responsabile per la Città Metropolitana di Cagliari e Sud Sardegna, Norella Orrù, per il Sulcis Iglesiente, Laura Pisano, per il Medio Campidano, e Riccardo Porta.
«Il sud dell’Isola, come il resto della Sardegna e dell’Italia, sta attraversando una fase delicatissima e tante realtà sono a un bivio, ancora di più quelle più piccole ha aggiunto Fabio Mereuper questo è necessario ascoltarle maggiormente e proporre loro soluzioni su misura che, soprattutto, possano essere concretizzate nel minor tempo possibile.»
A suo modo di vedere «la progressiva digitalizzazione dell’economia italiana e sarda, rafforzata da investimenti e incentivi, potrebbe creare numerose opportunità di crescita per tutti i settori, come anche rappresentare un valido argine nel contrasto dello spopolamento delle zone interne. Mai come in questo periodo, anche in Sardegna le nuove tecnologie e la tradizione del saper fare sono riuscite a fondersi per dare vita a imprese digitali capaci di stare al passo delle più importanti realtà mondiali. Se molte aziende, quindi, sono pronte a cavalcare l’onda digitale, il passaggio dal “tradizionale” all’”internet delle cose”, per le imprese tradizionali è spesso traumatico nel cercare di superare le oggettive lacune nella conoscenza delle opportunità offerte dalle nuove tecnologie digitali: agevolare questi processi pensiamo sia una delle missioni più importanti di una Associazione di categoria moderna e responsabile come la Confartigianato».
«La trasformazione va gestita soprattutto durante il passaggio generazionaleha concluso Fabio Mereu – rimandare questo “salto” può significare restare fuori da opportunità di crescita. In ogni caso nell’impresa la cosa fondamentale è mettere la persona al centro del sistema, perché dietro a una realtà che funziona ci sono persone che valgono, ci sono relazioni, c’è un territorio sano e che offre opportunità.»
Antonio Caria

[bing_translator]

L’Anas ha reso noto che, nell’ambito dei lavori per la realizzazione del lotto 3 della nuova statale 195 “Sulcitana” tra Sarroch e Pula, lunedì 27 luglio verrà chiuso al traffico, dalle 11.00 alle 14.00, il tratto compreso tra la fine del lotto 2 del Cacip e lo svincolo di Sarroch nella carreggiata in direzione Pula.
Il traffico sarà deviato lungo lo svincolo di Sarroch – Agglomerato industriale, per poter proseguire la marcia e raggiungere l’attuale strada statale 195. Le deviazioni saranno indicate da appositi cartelli stradali.
Antonio Caria

[bing_translator]

Ieri pomeriggio due elicotteri della Forestale (Elipula e Margani), gli agenti della Polizia municipale, i barracelli di Villa San Pietro e Pula, i carabinieri sono stati impegnati per più di tre ore per spegnere un incendio che ha interessato la foce del Rio Pula (zona Sic).
Le fiamme hanno interessato la vegetazione ed il canneto. Una vicenda che ha mandato su tutte le furie la sindaca, Carla Medau: «L’area particolarmente ricca di fauna e di flora è, purtroppo, costantemente sotto attacco di personaggi “squallidi” privi di senso civico e amore sia per se stessi che per i luoghi in cui abitano. Pula non merita questo. La Sardegna non lo merita. Di imbecilli e barbari non ne abbiamo bisogno».
Antonio Caria