13 June, 2024
HomePosts Tagged "Laura Cappelli" (Page 3)

«La Sardegna è un Sud nel Sud: nell’Isola la battaglia contro il divario deve essere più intensa e attenta che altrove.»

Così il ministro per il Sud e la Coesione Territoriale Mara Carfagna si è rivolta alla delegazione di sindaci sardi ricevuta oggi e composta da Daniela Falconi (Fonni), Emiliano Deiana (Presidente Anci Sardegna), Paola Casula (Guasila), Antonio Mellino (Nule), Andrea Soddu (Nuoro), Laura Cappelli (Buggerru), Angelo Sini (Pattada) e Salvatore Masia (vice-presidente Anci Sardegna). Dall’incontro è emersa la necessità di istituire un tavolo tecnico tra tutti i soggetti amministrativi coinvolti nel Pnrr per mettere a sistema risorse e progetti. Il ministro Mara Carfagna si è anche impegnato ad ampliare il numero delle aree interne destinatarie dei fondi SNAI. Nel vecchio schema la Sardegna risulta fortemente penalizzata, con l’inserimento di due sole aree interne: il ministro ha garantito una maggiore attenzione nella definizione della prossima “mappa” a cui l’agenzia della Coesione sta già lavorando.

E’ finalmente rientrata l’emergenza elettrica a Buggerru. I tecnici dell’Enel hanno riparato il guasto che aveva provocato un completo isolamento per ben 196 famiglie da venerdì 26 novembre, solo parzialmente contenuto dall’impiego di gruppi generatori.

«Nel momento in cui sono riuscita a parlare con il referente di zona dell’Enelha detto la sindaca Laura Cappelli -, il problema è stato risolto, Con le squadre che hanno lavorato anche sotto la pioggia. Non posso che ringraziare i tecnici dell’Enel per aver messo rimedio alla grave emergenza che ha creato gravissimi problemi alla comunità.»

Non è ancora terminata l’emergenza per le 196 famiglie di Buggerru che da venerdì scorso sono prive di energia elettrica nelle loro abitazioni, per un guasto che pare sia stato provocato dai topi che avrebbero messo fuori uso dei cavi che alimentavano il centro abitato.

La sindaca, Laura Cappelli, ieri ha rivolto un appello all’Enel, affinché esegua gli interventi necessari al superamento dell’emergenza, e ieri è stato messo a disposizione un nuovo gruppo generatore che ha sostituito quello installato il giorno prima che non ha fornito le risposte attese, con ripetute interruzioni.

Per ben quattro giorni, da venerdì a lunedì scorsi, l’Amministrazione comunale non aveva avuto alcuna risposta alle segnalazioni fatte al numero verde e metà paese era rimasto completamente al buio ma i problemi sono proseguiti per quasi 200 famiglie, con disagi gravissimi, soprattutto con il sopraggiungere di basse temperature e forti precipitazioni.

In paese, intanto, le scuole restano chiuse dopo che la sindaca ha firmato l’ordinanza a seguito di alcuni casi di positività al Covid-19 accertati nel corpo insegnante. Le lezioni vengono svolte con la didattica a distanza, come prevede l’ordinanza fino a sabato 4 dicembre. Dovrebbero tornare in presenza lunedì 6 dicembre.

La comunità di Buggerru è in piena emergenza, non solo per i contagi da Covid-19 che hanno portato la sindaca Laura Cappelli ad ordinare la chiusura delle scuole fino a sabato 4 dicembre.

«Ormai da venerdì scorso, parte dell’abitato è privo di energia elettrica, solo ieri sera siamo riusciti ad ottenere l’arrivo di un gruppo elettrogeno che alimentasse la cabina elettrica di via Roma, ma che purtroppo ha funzionato solo per poche ore. Dalla nottata la situazione è al punto di partenza. Per tre giorni non siamo riusciti nemmeno a parlare con un referente in Sardegna, al quale sono riuscita ad arrivare, purtroppo, solo grazie a delle amicizie. Una situazione che ha dell’incredibile. Allo stesso modo, sempre dalla settimana scorsa siamo privi di segnale telefonico Vodafone.»

La denuncia, molto forte, arriva stamane dalla stessa sindaca Laura Cappelli.

«È impensabile che ad ogni condizione meteo poco favorevole, vada giù l’energia elettrica e la linea telefonica, questo infatti succede sistematicamente da qualche annoconclude Laura Cappelli -. Siamo disperati.»

«Vi comunico che, a seguito di segnalazione di alcuni casi di positività al Covid presso il Plesso Scolastico, ho disposto, con ordinanza n. 15, la chiusura delle Scuole, da domani e con riapertura per lunedì 6, salvo diversa comunicazione.»
Lo ha comunicato stamane Laura Cappelli, sindaca del comune di Buggerru.
«È in corso in queste ore il tracciamento dei contatti da parte di ATS ha aggiunto Laura Cappelli -. Invito tutti al rispetto delle consuete disposizioni in materia del contenimento del virus, ma soprattutto invito, chi ancora non lo avesse fatto, a sottoporsi alla vaccinazione. Confido pertanto nel buon senso da parte di tutti.»

Buggerru ospiterà la finale del campionato italiano juniores di surf da onda. Circa cento atleti sono pronti a partecipare al Buggerru Surf Trophy per l’assegnazione dei titoli tricolore della federazione Surfing Fisw.

Onde lunghe e sabbia dorata, con l’orizzonte che si perde a ovest dove si generano le migliori mareggiate del Mediterraneo. Buggerru è questo, ed è anche un paese dai mille racconti e ora nuovamente sotto ai riflettori del surf da onda. Il primo novembre si è aperta la finestra temporale per il contest più atteso dai migliori atleti juniores italiani, il Buggerru Surf Trophy, una delle tre tappe nazionali, finora sempre riconfermata come finale del tour. L’evento è organizzato dall’associazione sportiva Buggerru Surf Club con il patrocinio del comune di Buggerru e si svolgerà entro il 15 dicembre alla prima mareggiata utile.

Sono oltre cento gli atleti previsti e quattro le categorie in gara, maschili e femminili. La tappa di Buggerru designerà così otto nuovi campionesse e campioni italiani. L’organizzazione di gara è come sempre basata sul sistema dei semafori: quando le carte meteorologiche segnaleranno l’arrivo di una perturbazione adeguata sarà annunciato il semaforo giallo; qualora poi le previsioni dovessero concretizzarsi, entro 48 ore verrà dato il via definitivo con il semaforo verde.

Le iscrizioni alla gara si sono aperte alcuni giorni fa. Sarà possibile registrarsi sino alle 23.59 del 15 novembre. Soltanto in caso di chiamata della gara prima di tale data, sarà il semaforo a decretare la chiusura delle iscrizioni. 

«Svolgeremo la competizione su due giorni e con il mare da maestrale in modo da sfruttare l’onda che frange accanto al molospiega il presidente del Buggerru Surf Club e contest director Simone Esposito ci aspettiamo circa cento atleti e siamo pronti ad ospitarne anche 140. Per tutti noi è un orgoglio vedere così tanti ragazzi allenarsi e competere in uno spot rinomato e con tanta storia come Buggerru, e tutto questo ci sta spingendo a cercare di far diventare ancora più grande questo evento.»

«Riteniamo che il surf sia uno sport importante per la nostra comunitàha detto Laura Cappelli, sindaco del comune di Buggerru – lo è sia dal punto di vista sportivo e sociale, sia da un punto di vista turistico. Non solo ci permette di allungare la stagione, ma fa conoscere il territorio anche a tante persone che altrimenti difficilmente avremmo raggiunto. Poi, considerando la pandemia di Covid-19, c’è anche un ulteriore valore aggiunto: siamo riusciti anche l’anno scorso a poter svolgere la manifestazione, e in un momento di questo tipo uno sport all’aria aperta è quanto mai azzeccato.»

Si è insediato questo pomeriggio il nuovo Consiglio comunale di Buggerru eletto il 10 e 11 ottobre scorsi. La sindaca Laura Cappelli, confermata per il secondo mandato, ha giurato e presentato la Giunta che risulta così composta:

Massimo Chessa: vice Sindaco ed assessore con delega alla Viabilità

Martina Rita Andreuccetti: assessore con delega alle Politiche giovanili e sociali

Simona Spada: assessore con delega alla Cultura, Spettacolo ed Eventi, Pari opportunità

Luana Medda: assessore con delega alla Pubblica istruzione, Politiche ambientali e della Pesca

Laura Cappelli ha assegnato anche alcune deleghe a tre consiglieri.

Daniela Murtas: consigliere con delega al decoro urbano

Francesco Ledda: consigliere con delega al bilancio e programmazione

Roberto Porcina: consigliere con delega allo sport e politiche del lavoro

Laura Cappelli, candidata della lista “Buggerru Idea Comune”, è stata confermata sindaca di Buggerru con 446 voti (57,92%) su Ignazio Piras, candidato della lista “Buggerru per tutti”, fermatosi a 324 (42,08%).

Le preferenze dei candidati alla carica di consigliere comunale e gli eletti.

Lista “Buggerru Idea Comune” (8 seggi): Massimo Chessa 64, Martina Rita Andreuccetti 59, Simona Spada 47, Daniela Murtas 42, Luana Medda 37, Riccardo Atzei 36, Francesco Ledda 32, Daniela Murtas 32, Roberto Porcina 31. Non eletti: Luca Deriu 22, Serena Pinna 3, Daniele Antonio Piras 1.

Lista “Buggerru per tutti” (4 seggi): Francesco Diego Orrù 83, Marco Vacca 41, Elia Broccia 36, Fabio Antonio Ravot 27. Non eletti: Davide Rombi 26, Maria Laura Rutilio 21, Marta Meloni 18, Gian Paolo Billai 17, Ernesto Christian Sanna 8, Fabio Antonio Cadoni 7, Federico Baroschi 7, Alessandra Tidu 6.

Manca ancora l’ufficialità ma Laura Cappelli, candidata della lista “Buggerru Idea Comune”, è avviata alla conferma a sindaco di Buggerru. Nel corso dello spoglio ha accumulato un vantaggio consistente nei confronti dell’altro candidato, Ignazio Piras, della lista “Buggerru per Tutti”.

Nella sezione numero 1 Laura Cappelli ha ottenuto 189 voti, Ignazio Piras 131, a breve i dati ufficiali anche per la sezione n° 2.

Tragedia del mare sfiorata nella spiaggia di San Nicolò, a Buggerru. Due persone avventuratesi tra le onde, sono state salvate dai bagnini, dall’elisoccorso e dalla motovedetta della Capitaneria.
«Ancora una volta, l’incoscienza, la stupidità ed il menefreghismo mettono a rischio la vita dei bagniniha commentato su Facebook la sindaca, Laura Cappelli. Anche oggi, con 2,5 m d’onda, due incoscienti hanno ben pensato di fare il bagno, in uno dei mari più pericolosi della Sardegna. Solo grazie all’intervento dei bagnini del DidoBeach, Davide e Daniele, si è evitato il peggio.»
«Spero che per il futuro si possa valutare di addebitare l’intervento dell’elisoccorso e della motovedetta della capitaneria a chi, seppur più volte ripreso dai bagnini, pensa di fare il bagno in una piscinaha concluso Laura Cappelli -: l’istinto è stato quello di darvi una sculacciata, come si fa con i bambini, anche se si è trattato di due adulti. Con il mare non si scherza.»