25 September, 2022
HomePosts Tagged "Manuele Fanutza"

In occasione della cerimonia per il 50° anniversario dei Circoli dei sardi di Milano e Magenta dedicata allo sviluppo del Sulcis, è stato presentato il Cammino Minerario di Santa Barbara. Di grande interesse il documentario realizzato per l’occasione da Carmina Conte che, oltre al Cammino Minerario di Santa Barbara, presenta numerose altre iniziative di eccellenza che stanno contribuendo alla transizione economica e culturale del Sulcis.

Apprezzata la partecipazione dell’assessora regionale del Lavoro Alessandra Zedda, che ha messo in evidenza le potenzialità di sviluppo del Sulcis ed il contributo dei Circoli dei Sardi e della FASI per la promozione del Sulcis e della Sardegna.

L’evento si è concluso con la degustazione di pietanze tipiche del Sulcis preparate dallo chef Manuele Fanutza, accompagnate dagli eccellenti vini della Cantina di Santadi.

Notevole interesse è stato manifestato dai rappresentanti di tanti Circoli dei Sardi presenti per diffondere e promuovere il Cammino Minerario di Santa Barbara.

 

E’ passato già un anno da quando lo chef sulcitano Manuele Fanutza (conosciuto per i suoi successi a Expo 2015 dove ha​ rappresentato la cucina sarda o i tour in Belgio e Brasile e una seguitissima partecipazione a Cuochi d’ Italia con Alessandro Borghese) ha lanciato sul mercato isolano il suo sushi sardo in cui la tecnica di lavorazione orientale si sposa ed accoglie ingredienti di eccellenza agroalimentare sarda.

Alla base di riso ( ovviamente sardo) in base alle stagioni​ di alternano prodotti come il carciofo spinoso di Masainas, il guanciale di Desulo, la pesca di San Sperate, il gran Anglona​, le noci di Nuxis o ancora un’ altra grande eccellenza sarda come il tonno dell’ isola di San Pietro.

“Era appena iniziato il lockdown generale e il tempo libero a disposizione era tanto, ma anche con il ristorante chiuso non riesco a stare lontano dai fornelli e lì in cucina ho provato questo esperimento , il risultato mi ha subito soddisfatto e così quando abbiamo potuto riaprire ho voluto proporlo ai clienti che hanno confermato la mia impressione iniziale dimostrando grande apprezzamentoha detto Manuele Fanutza -. Qualche giorno fa sono stato contattato da​ un importante emittente televisiva che propone programmi​ sulla cucina che vorrebbe dedicare due puntate al prodotto. Ovviamente per me sarebbe un grande onore portare ancora fuori dalla nostra Regione i nostri prodotti agroalimentari ha concluso Manuele Fanutza -, questa volta in una forma differente ma che assicuro molto golosa.”

[bing_translator]

Geo, la rubrica divulgativa pomeridiana di RaiTre, mercoledì 26 febbraio ha ospitato il Cammino Minerario di Santa Barbara. I due conduttori, Sveva Sagramola ed Emanuele Biggi, hanno intervistato il presidente della Fondazione Cammino Minerario di Santa Barbara, Giampiero Pinna e Ponziana Ledda, e proposto le delizie della cucina preparate dallo chef Manuele Fanutza, titolare del Ristorante Letizia di Nuxis.

Manuele Fanutza ha proposto le unicità gastronomiche ed artistiche della Sardegna e, in particolare, del Sulcis Iglesiente: il Tonno Rosso della ditta Tonnare Sulcitane Althunnus di Portoscuso; i formaggi del caseificio di Santadi; il Miele Bio di Riccardo Locci di San Giovanni Suergiu; il pane di Nuxis; il pane di Santadi; sa tunda Teuladina; l’olio di sua produzione. La puntata, registrata negli studi Rai di Via Teulada, a Roma, andrà in onda venerdì 6 marzo 2020, dalle ore 16.30 alle 18.30.

Si tratta, indubbiamente, di una straordinaria occasione di promozione per il Cammino Minerario di Santa Barbara, per il Sulcis Iglesiente Guspinese e per l’intera Sardegna.

[bing_translator]

Nei mesi di giugno e luglio 2019, lo chef Fanutza e l’Event Manager Bruno Piredda, condurranno il Temporary Restaurant dello store Milanese.

In questo periodo, oltre a soddisfare i palati esigenti dei frequentatori del centro della capitale finanziaria d’Italia, i due Sulcitani promuoveranno la Regione Sardegna sia dal punto di vista agro alimentare che ricettivo.

Al momento sono presenti eccellenze quali Cantina Sociale di Santadi, Sa Marigosa, Solky Affumicati, Althunnus, Arra Sapori d’Ogliastra, Panificio Aste, Pastificio Luxoro, Panificio Murru&Lai, Vigneti Lenzu, San Martino Liquori per quanto riguarda il settore Food and Beverage. Visit Sulcis parteciperà come partner del settore Hospitality.

L’evento potrà contare inoltre sul supporto di Nicola Filia, ceramista, scultore e pittore di fama internazionale e di Mariantonia Urru, la più importante azienda dell’Artigianato Tessile della Sardegna. Entrambi gli artisti forniranno installazioni e materiali per l’arredo dello stand-ristorante, ricreando una piccola Sardegna al centro di Milano.

[bing_translator]

Si svolgerà sabato 16 e domenica 17 marzo, a Monastir, la terza edizione della Sagra della patata, organizzata dalla Pro Loco e dall’Amministrazione comunale di Monastir e dallo staff di InvitaS.

La sagra è giunta al suo terzo anno e nelle prime due edizioni ha fatto registrare un altissima presenza di ospiti e turisti. Nei suoi giorni non porta solo una qualità enogastronomica di assoluto rilievo, ma una continui di spettacoli sulle tradizioni sarde. L’executive chef della sagra è il sulcitano Manuele Fanutza. Sono previsti showcooking e laboratori del maestro pasticciere Leonildo Contis.

In programma anche il contest culinario dedicato a cuochi amatoriali (presenta Alessandra Addari) che dovranno presentare una ricetta con ingrediente principale la patata di Monastir

Sabato 16 marzo 2019

Ore 11.00 Aula consiliare comunale – Convegno sul tema delle proprietà nutrizionali e sulle infinite possibilità gastronomiche della patata

Ore 16.00 Apertura villaggio espositivo prodotti agroalimentari, artigianali, etc.

Ore 18.00 Sfilata per le vie interessate dalla sagra della banda Città di Monastir e del gruppo folk locale.  

Ore 19.00 Sfilata per le vie interessate dalla sagra delle maschere del carnevale di Sorgono 

Ore 20.00 Degustazione piatti tradizionali a base di patata a cura della Pro Loco e dello chef Manuele Fanutza

Ore 20.30 Musica dal vivo con i Brinca.

Domenica 17 marzo 2019 

Ore 10.00 Apertura villaggio espositivo prodotti agroalimentari, artigianali, etc.

Ore 10.45 Sfilata ed esibizione dei gruppi folk di Samugheo, Cagliari,  Laconi, Mogoro, Nuxis, Monastir

Ore 12.00 Degustazione piatti tradizionali a base di patata a cura della Pro Loco e dello chef Manuele Fanutza

Ore 15.00 Finalissima contest  culinario per cuochi amatoriali (presenta Alessandra Addari). 

Ore 19.00 Musica dal vivo con i radio Queen

Ore 20.00 Degustazione piatti tradizionali a base di patata a cura della Pro Loco e dello chef Manuele Fanutza.

 

[bing_translator]

Salumi e formaggi al primo posto nelle preferenze degli ospiti di Sardegna Produce, il festival della cucina tipica sarda.

In una splendida giornata di sole migliaia di cagliaritani hanno scelto di passare la domenica alla Fiera di Cagliari  per gustare i prodotti agroalimentari sardi di Sardegna Produce (evento organizzato dallo staff di Invitas). I maggiori consumi si sono registrati tra i salumi e i formaggi dei piccoli produttori e i vini. Molto apprezzati anche i tartufi locali e l’olio di Gonnosfanadiga).

Tra le portate più consumate il primo posto posto spetta al maialetto arrosto, grande simbolo della tradizione sarda seguito dalla frittura di pesce.

Molto apprezzati gli showcooking dello chef Manuele Fanutza, del maestro pasticciere Leonildo Contis con la sua pardula da passeggio e quello  sulle eccellenze alimentari di Carloforte guidati dallo chef Borghero.

È stata una prima edizione faticosa ma che lascia soddisfatti gli organizzatori. Il format, con i suoi prodotti, i suoi showcooking, i suoi laboratori tutto 100% sardi è pronto a solcare il mare per un tour settembrino nella penisola.

[bing_translator]

Ottant’anni fa la fondazione della città, ecco il piatto speciale inventato da Manuele Fanutza: «Letto di polenta annerita con riso Venere per ricordare il carbone, guanciale di Santadi, carciofi di Masainas, cardoncelli, ricotta e chips di ortiche».

Un piatto saporitissimo e, allo stesso tempo, unico, interamente dedicato alla città di Carbonia, fresca dei festeggiamenti per i suoi primi ottant’anni di storia. A realizzarlo è uno dei suoi “figli”, Manuele Fanutza. Lo chef, diventato famoso grazie alle infinite “composizioni gustose” che riesce a realizzare utilizzando i funghi, l’ha inventato mettendo in cucina, contemporaneamente, ingredienti e cuore. Si chiama “Auguri Carbonia”, e le recensioni di chi ha avuto la possibilità di assaggiarlo sono tutte eccellenti. Un mix di prodotti “identitari” per la città mineraria, con il territorio che abbraccia il cibo.

Gli ingredienti utilizzati? Eccoli: polenta annerita con riso Venere nero per ricordare il colore del carbone, funghi cardoncelli, ricotta Sirai, pancetta affumicata di Santadi, carciofi di Masainas, crema di ricotta Sirai ed un filo di olio extravergine e chips di ortiche.

[bing_translator]

A Monastir weekend tra street food, gusto, identità, il 17 e 18 marzo, con la 2ª Sagra della patata Street food, musica, artigianato, identità. Monastir dedica un weekend ad uno dei prodotti simbolo della sua economia, le patate.

Due giornate, il 17 e 18 marzo organizzate da Comune, Pro Loco ed associazione Primavera Sulcitana con un chiaro obiettivo: mettere in vetrina per valorizzarla ancor di più, questa eccellenza da acquistare negli stand o assaggiare nei vari punti dedicati allo street food. Un prodotto rinomato per la sua bontà.

Gli chef Tony Porseo di Calasetta, Manuele Fanutza del Letizia di Nuxis ed il cagliaritano Francesco Zucca del Bistrot 100 proporranno una serie di portate a base di questo versatile ingrediente. Il programma è avvincente e per tutte le età. Non solo assaggi e degustazioni ma anche un contorno di musica con il revival anni ’80 e ’90 proposto dagli storici dj Dario Prefumo, Cesare Monni e Sandro Murru.

Alla consolle faranno rivivere le atmosfere della disco dance dei decenni passati. Poi ancora animazioni per bambini. Spazio alla cultura millenaria della Sardegna con le sue maschere tradizionali “Urthos e Buttudos di Fonni”, “Mamuthones e Issohadores di Mamoiada” (associazione culturale Atzeni), la musica dei Loungedelica.

Anche le launeddas di Nicola Agus faranno da colonna sonora alla manifestazione. Il 17, alle 11.00, è prevista l’anteprima. La Sala consiliare ospita il convegno dedicato al settore.

Alle 16.00, apre il Villaggio Espositivo, cuore della manifestazione, con l’esposizione con degustazione e vendita di questa eccellenza prodotta nelle campagne. In mostra anche dolci, altri prodotti agroalimentari e dell’artigianato, hobbistica.

Alle 18.00, sarà inaugurata la sagra alla presenza delle autorità locali.

L’iniziativa offre la possibilità di conoscere oltre ai sapori tipici, la cultura identitaria e le bellezze naturalistiche, paesaggistiche, storiche e architettoniche del paese del basso campidano, ad una ventina di chilometri da Cagliari.

«Due sono i motivi che hanno spinto l’amministrazione Comunale per il secondo anno a collaborare con la Pro Loco di onastir all’organizzazione della Sagra della patata: far conoscere al grande pubblico la patata di Monastir, una delle nostre eccellenze produttive e anche il nostro paese, a pochi chilometri da Cagliari, le sue ricchezze culturali, il ricco patrimonio ambientale, le capacità produttive e attrattive e l’ospitalità – afferma la sindaca di Monastir, Luisa Murru – Monastir potrà rappresentare in un futuro non tanto lontano una meta per il turismo enogastronomico, archeologico, ambientale e sportivo.»

Programma completo e orari della Sagra della Patata:

Sabato, 17 marzo 2018:

ore 11,00 – Sala consiliare – Convegno sul settore pataticolo

ore 16,00 – Apertura Villaggio espositivo con esposizioni agroalimentari, dolciarie, artigiane e hobbistiche, street food

ore 18,00 – Inaugurazione ufficiale della sagra, partecipano le autorità, le istituzioni locali, la banda musicale e il gruppo folk “Janas” di Monastir

ore 19,00 – Sfilata di costumi e maschere della tradizione sarda con gli Urthos e Buttudos di Fonni

ore 20,00 – Degustazione pietanze e portate a base di patate locali a cura della Pro Loco di Monastir e degli chef Francesco Zucca, Manuele Fanutza e Tony Porseo e delle attività locali

ore 20,30 – Loungedelica in concerto

Domenica, 18 marzo 2018:

ore 10,00 – Apertura Villaggio espositivo con esposizioni agroalimentari, dolciarie, artigiane e hobbistiche, street food

ore 11,30 – Sfilata di costumi e maschere della tradizione sarda. Con noi Mamuthones e Issohadores dell’associazione Atzeni di Mamoiada

ore 13,00 – Degustazione pietanze e portate a base di patate locali a cura della Pro Loco di Monastir e degli chef Francesco Zucca, Manuele Fanutza e Tony Porseo e delle attività locali

ore 13,30 – Esibizione live del maestro Agus

ore 15,30 – Premiazione contest culinario

ore 18,00 – Show con la musica anni ’80 e ’90, sul palco suonano contemporaneamente i Dj Dario Prefumo, Cesare Monni e Sandro Murru

ore 20,00 – Degustazione pietanze e portate a base di patate locali a cura della Pro Loco di Monastir e degli chef Francesco Zucca, Manuele Fanutza e Tony Porseo e delle attività locali.

[bing_translator]

Alessia Littarru, presidente dell’associazione Primavera Sulcitana, ha presentato ieri mattina, in una conferenza stampa svoltasi alla Stazione Marittima di Cagliari, la terza edizione di InvitaS, rassegna fieristica che punta sulla valorizzazione di tradizioni, storia, cultura ed eccellenze enogastronomiche ed artigianali della Sardegna, in programma da sabato 28 ottobre a mercoledì 1 novembre 2017. Alla conferenza stampa hanno partecipato Marzia Cilloccu, assessore delle Attività produttive, Turismo e Politiche delle pari opportunità del comune di Cagliari e Valeria Mangiarotti, responsabile marketing dell’Autorità portuale di sistema della Sardegna.

Di seguito il programma completo della rassegna e, allegate, le fotografie della conferenza stampa e le interviste realizzate con Alessia Littarru e con il presidente dell’Autorità portuale di sistema della Sardegna, presente alla Stazione Marittima prima dell’inizio della conferenza stampa.

Programma

28/10 – Sabato: inaugurazione e maschere

h. 11,00 – Inaugurazione con le autorità e sfilata dei partecipanti (maschere, costumi sardi, associazioni in abiti rinascimentali, etc) protagonisti di InvitaS 2017  sfileranno per Calata Via Roma fino a raggiungere il piazzale dove ad attenderli ci saranno le autorità con il loro saluto di benvenuto al pubblico. A conclusione della Parata, il gesto de “Su Cumbidu” donne in costume tipico sardo offriranno ai visitatori presenti dolci tipici sardi.

h. 12,00 – Apertura Stand di prodotti alimentari (miele, formaggi, salumi, spezie, dolci tipici, pane tipico sardo) vini, liquori. Stand di piccola gastronomia con cucina a vista (raviolini fritti, seadas, frittelle, etc.) panadine. Microbirrifici artigianali tipici sardi. Artigianato artistico e creativo. Stand di istituzioni, associazioni, Pro Loco ed enti di  promozione turistica. Laboratori dei malloreddus e realizzazione della fregola fatta a mano, cestini, etc.

h. 12,00 (orario continuato) – Apertura dei punti food nel Molo Sanità: 8 i punti food dove noti chef /arrostitori isolani proporranno la loro portata d’autore. (1 ticket pasto al costo di euro 15,00 da diritto al ritiro di 3 portate). Ecco le varie proposte:

a. Chef Manuele Fanutza – re dei funghi patron ristorante “Letizia” e rappresentante sardo ad Expo cucinerà funghi fritti in olio di lentisco

b. Chef Francesco Zucca – abile chef e re dei culurgionis ogliasstrini preparerà Culurzones di San Vito al sugo e arrosto

c. Chef Claudio Ara – patron del ristorante tipico sardo “Su Doge e su zilleri” propone il suo punto di forza: su mazzamurru

d. Chef Tony Porseo – da Calasetta propone il suo piatto forte: il pilau calasettano fregola mantecata con crostacei

e. FIc Federazione Italiana Cuochi presenta un altro primo tipico: le lorighittas

f. Arrosto di vitella presentato in pane lentu direttamente dalla Barbagia, l’arrostitore Luca Cocco

g. Arrosti misti di pecora, maiale e longusu preparati dall’arrostitore del Sulcis Damiano Basciu ed il suo team

h. Frittura del Golfo, dal Sulcis calamari fritti abilmente cucinati da Angelo e Gianfranco di Henry’s & Friend

h. 13,00 – Musica dal vivo a cura del launeddista Nicola Agus

h. 17,00 – Esibizione a cura delle Maschere di Sinnai “Is Cerbus”

h. 18,30 – Esibizione a cura della Maschere di Sestu “Is Mustayonis e S’ Orku Foresu”

h. 20,00 – Esibizione canora a cura della cantante Federica Cabras che eseguirà dal vivo alcuni brani sardi accompagnata dal chitarrista Alessandro Scano

h. 21,00 –  Sfilata delle “Donne di Sardegna” a cura dell’associazione Libera. Verranno rappresentate in un suggestivo scenario le donne della Sardegna (cernitrici, partigiane, etc.) e le tessitrici di Maria Lai

29/10 – Domenica:  Medioevo e Rinascimento in Sardegna

h. 10,00 ò Apertura degli stand espositivi alimentari.

h. 11,00 – Corteo Storico Medioevale e Rinascimentale a rappresentare la Storia della Sardegna. Rappresenteranno il medioevo il gruppo di dei figuranti e sbandieratori di Iglesias ed il gruppo “Funtana Onnis” di Guasila.

Il rinascimento sarà rappresentato dall’associazione Castello Siviller marchesato di Villasor.

Esibizioni rinascimentali con balli, musiche rinascimentali, lotta con la scherma e lotte medioevali.

h. 12,00 (orario continuato) – apertura dei Punti Food con 8 chef che proporranno portate tipiche sarde d’Autore nel Molo Sanità.

h. 13,00 – Musica dal vivo a cura del launeddista Nicola Agus

h. 17,00 – Esibizione con canti dal vivo a cura del Coro S’Arrodia (30 cantori)

h. 18,00  Rappresentazioni di balli, canti e lotte a cura dell’ Associazione Castello Siviller marchesato di Villasor

h. 20,00 – “Sfilata degli Scialli” La stilista Paola Sailis di Guasila proporrà una sfilata che aiuterà a ripercorrere una tradizione antichissima della Sardegna.

30/10 – Lunedì: Poesie e Canti della Sardegna

h. 10,00 – Apertura degli stand espositivi

h. 12,00 (orario continuato) – Apertura dei punti food con 8 chef che proporranno portate tipiche sarde d’autore nel Molo Sanità.

h. 18,00 – Esibizioni di scrittori e poeti sardi tra cui Fernando Cuccu che leggerà delle poesie in logudorese. Salvatore Mossa.

h. 19,00 – Esibizione canora a cura della cantante Federica Cabras che eseguirà dal vivo alcuni brani sardi

h. 20,00 – Esibizione dal vivo di Nicola Agus che suonerà con strumenti a fiato.

31/10 – Martedì: Festeggiamo “Is Animeddas”

h. 10,00 – Apertura degli stand espositivi

h. 12,00 (orario continuato) – Apertura dei Punti Food con 8 chef che proporranno portate tipiche sarde d’Autore nel Molo Sanità.

h. 13,00 – Esibizione dal vivo di Nicola Agus che suonerà strumenti a fiato tra cui le launeddas.

h. 17,00 – Festeggiamo “Is Animeddas” a cura dell’associazione Libera che accoglieranno i bambini offrendo loro dei dolci, noci, mandarini secondo la tradizione così come detta la Tradizione del Sud Sardegna

h. 18,00 – Intrattenimento e giochi con i bambini

h. 19,00 – L’associazione Libera proporrà una rappresentazione recitata dal vivo dal titolo “Storie di una strega”. Verrà rappresentata la storia di Julia Carta una bellissima ragazza sarda condannata al rogo per stregoneria all’età di 35 anni.

1/11 – Mercoledì: Fruste del Campidano, Minatori di Buggerru

h. 10,00 – Apertura degli stand espositivi

h. 11,00 – Esibizione con le Fruste a cura dell’associazione “Le Fruste del Campidano”. Si esibiranno in rappresentazioni acrobatiche con la Frusta

h. 12,00 (orario continuato) – apertura dei Punti Food con 8 chef che proporranno portate tipiche sarde d’Autore nel Molo Sanità.

h. 13,00 Esibizione dal vivo di Nicola Agus che suonerà con strumenti a fiato.

h. 16,00 –  Esibizione con le Fruste a cura dell’associazione “Le Fruste del Campidano”

h. 17,00 – Festeggiamo “Is Mortus Mortus” a cura dell’Associazione Libera che accoglieranno i bambini offrendo loro dei dolci, noci, mandarini secondo la tradizione cosi come detta la Tradizione del Nord Sardegna

h. 19,00 – Rappresentazione teatrale a cura dell’associazione turistica Pro loco di Buggerru, in collaborazione con l’associazione culturale Giorgio Mameli – gruppo folk minatori di Buggerru presenterà un evento teatrale “AREGORDUS DE MINIERA DE BUGGERRU”. Un viaggio nel tempo di oltre 100 anni fa, narrato con la semplicità di un nonno che parla al nipote, racconti e drammi di miniera, i flash-back faranno riecheggiare le cernitrici e i minatori di Buggerru. L’ attore Emilio Puggioni  accompagnato dal Gruppo folk Minaroris de Buggerru daranno memoria ai minatori del Sulcis Iglesiente.

Per completare:

  • N. 150 stand allestiti in tutta l’area Calata Roma con eccellenze alimentari e artigianali provenienti da tutta la Sardegna
  • N. 8 postazioni di cuochi che cucineranno dal vivo orario continuato (1 tkt ad euro 15,00 da a diritto a 3 portate a scelta piu un bicchierino di mirto a cura dello Sponsor Zedda Piras)
  • N. 700 posti a sedere di cui 500 al coperto
  • Punti street food con ricette tipiche sarde in calata Roma
  • N. 6 microbirrifici artigianali
  • Oltre 220 persone tra maschere, medioevali, rinascimentali, cantori, artisti, figuranti, minatori che si esibiranno anche più volte durante i 5 giorni di InvitaS.

Sponsor ufficiale: Zedda Piras che offrirà un bicchierino di mirto ai visitatori.

                                      

[bing_translator]

La sagra della patata 2017 sbanca il “tavolo amico” di Monastir. Il comune sardo viene invaso dai visitatori, e l’ultimo weekend di marzo si trasforma in una continua festa a cielo aperto. Presi d’assalto i tantissimi stand gastronomici: chi si è messo in fila per gustare i vari piatti proposti non è rimasto deluso. Grandissimo successo hanno riscosso tutti gli eventi proposti: dalla sfilata dei boes e merdules di Ottana, passando per il folk del gruppo Janas, i “giogus antigusu” di Gonnesa, la musica di Nicola Agus, la presentazione del volume “Ricerca sull’abbigliamento monastirense”, con la partecipazione di tre super esperti di tradizioni popolari sarde: Ottavio Nieddu, Carlo Peddio e Nazareno Orrù. Senza dimenticare il contest culinario con la presenza di chef Giuseppe Falanga della “Italian chef cooking school”, dove in tanti hanno potuto proporre la propria ricetta basata sulla patata. Un risultato, nei numeri, che supera qualunque più rosea previsione della vigilia. E c’è già una certezza: la sagra della patata torna anche l’anno prossimo.

«Numeri altissimi, trentamila persone fanno sì che la prima edizione non sarà l’unica. Torneremo con la sagra della patata l’anno prossimo, anche per identificare la città con il nostro principale prodotto tipico – afferma Gianluca Lampis, assessore comunale alle Attività produttive -. Grazie a tutti gli organizzatori, dalla Pro Loco a Invitas, oltre alle tantissime associazioni che hanno garantito la fruibilità dei siti archeologici e la possibilità di effettuare visite guidate tra i nostri gioielli».

Soddisfatto Ivan Scarpa, di Invitas: «È stato un grandissimo onore collaborare con Comune e Pro Loco, il risultato raggiunto a livello di presenze ci riempiono di gioia, speriamo di poter continuare a collaborare, in futuro, con una realtà fantastica quale è Monastir».

Migliaia i pasti cucinati dallo chef Manuele Fanutza, numero uno del Letizia di Nuxis, così come da chef Tony Porseo: «Bellissimo vedere tanta gente felice e soddisfatta dai nostri prodotti culinari. Eventi di questo tipo servono a raccontare, anche attraverso i piatti, la nostra splendida Isola».