24 September, 2021
HomePosts Tagged "Paolo Massidda" (Page 2)

[bing_translator]

Trasferte molto insidiose, domenica sera, per Sulcispes Sant’Antioco e Scuola Basket Miners Carbonia, nell’ottava giornata di andata della regular season del campionato di serie D di basket maschile. La squadra di Paolo Massidda, reduce da quattro vittorie consecutive che l’hanno portata al secondo posto in classifica, rende visita alla Dinamo Basket, formazione con la quale condivide la seconda posizione, reduce dalla prima sconfitta stagionale subita sul campo del Basket Uri Club (63 a 55), sul campo della Palestra Simula di via Poligono, a Sassari, inizio ore 16.00; la Scuola Basket Miners Carbonia, reduce dalla belle vittoria sul Sinnai Basket, gioca alle 19.00 sul campo della palestra Vittorio Corbia di via Pacinotti, ad Alghero, contro una formazione che arriva dalla sconfitta subita a Sant’Antioco e in classifica si trova a pari merito con la squadra di Marco Dessì, a quota 8 (4 vittorie e 3 sconfitte).

Sugli altri campi, si giocano le partite Cus Sassari – Porto Torres (oggi ore 18.00), Frongia’s Caffe Vitalis – Pall. Nuoro (domani ore 18.30), Basket San Salvatore – Scuola Basket Cagliari (domani ore 20.00), Oratorio Elmas – Basket Uri Club (oggi ore 18.00), Sinnai Basket – Basket Quartu (oggi ore 18.00).

[bing_translator]

Giornata positiva per il basket sulcitano nel campionato di serie D. Sulcispes Sant’Antioco e Scuola Basket Miners Carbonia, reduci dal derby vinto dalla Sulcispes a Carbonia, entrambe impegnate in casa, si sono imposte con autorità ad avversari di prima fascia, rispettivamente la Coral Alghero (63 a 56) e Sinnai Basket (74 a 62).

La Sulcispes per tre quarti di gara ha letteralmente dominato la squadra catalana e, chiuso il terzo quarto avanti di ben 16 lunghezze (52 a 36), ha rallentato nell’ultimo quarto, che ha visto la Coral recuperare nove punti per il definitivo 63 a 56.

Sulcispes – Alghero 63-56 (primo tempo 52 a 36)

Punteggi parziali: 16 a 13, 19 a 14, 17 a 9, 11 a 20.

Sulcispes Sant’Antioco: Casula 18, Pistori, Rasset 18, Pintus 3, Quartu 4, Aralossi 2, Basciu, Ingrande, Cuccu 4, Cavassa 14, All. Paolo Massidda.

Coral Alghero: Monte, Serra 9, Ponziani 17, Di Mauro 3, Barracu 6, Pischedda 2, Del Rio 5, Baldino 14, All. Massimiliano Briscese.

Mercoledì sera, alle 20.30, la Sulcispes, finora a quota 10 punti, frutto di 5 vittorie e una sola sconfitta, ospita il Sinnai Basket nel recupero della partita rinviata alla quinta giornata.

Sul campo del pallone di via Deffenu, la Scuola Basket Miners Carbonia ha impiegato un tempo per prendere le misure al temuto avversario, arrivato a Carbonia a punteggio pieno dopo cinque giornate, chiudendo il primo quarto avanti di 3 punti e cedendo di 7 nel secondo, nel quale ha realizzato solo 9 punti, per il 31 a 35 di metà gara.

Nel secondo tempo s’è vista un’altra Scuola Basket Miners che, trascinata da Fabio Cau, miglior realizzatore del match con ben 27 punti, ha lasciato gli avversari solo 27 punti in 20′, con un +8 sia nel terzo quarto (22 a 14) sia nell’ultimo (21 a 13).

Scuola Basket Miners Carbonia – Sinnai Basket 74 a 62 (primo tempo 31 a 35).

Punteggi parziali: 22 a 19, 9 a 16, 22 a 14, 21 a 15.

Scuola Basket Miners Carbonia: Diana 6, Vargiolu 2, Fae, Cossu 4, Corvetto 2, Sanna 24, Cipollina, Angius 7, Cabras, Crobu 2, Cau 27, Ivaldi. All. Marco Dessì.

Sinnai Basket: Olla 2, Lai 12, Neri, Serreli, Melis 9, Piras 16, Carrucciu 10, Farci, Piludu 10, Riveccio, Paddeo, Mattana 3. All. Tony Atella.

Domenica 25 novembre, alle 16.00, la Sulcispes (10 punti) giocherà sul campo della Dinamo Basket (12 punti, reduce dalla prima sconfitta stagionale, subita ad Uri, per 63 a 55), a Sassari; la Scuola Basket Miners Carbonia (8 punti), alle 19.00, sul campo della Coral (8 punti), ad Alghero.

[bing_translator]

Il pubblico delle grandi occasioni che ha gremito la piccola tribuna del pallone di via Deffenu, rivelatasi assolutamente insufficiente, ha fatto da cornice questa sera al derby tra Scuola Basket Carbonia e Sulcispes Sant’Antioco, valido per la sesta giornata di andata del campionato di serie D di basket maschile, diretta da Fabio Carrus di Selargius e Claudia Seu di Quartucciu. Ha vinto meritatamente la squadra di Paolo Massidda con il largo punteggio di 81 a 68 (primo tempo 41 a 38), ma per larghi tratti è stata una partita equilibrata. I biancoblu di Marco Dessì hanno iniziato bene, guadagnando un vantaggio di 6 lunghezze grazie ad una buona percentuale al tiro, soprattutto dalla lunga distanza, ed hanno chiuso il primo quarto avanti di 4 punti, sul 21 a 17. L’avvio della seconda frazione è stato favorevole alla Sulcispes che ha ribaltato il punteggio a proprio favore, ma la Scuola Basket ha tenuto e le due squadre sono andate al riposo divise di soli tre punti: 41 a 38 per la Sulcispes.

La partita si è decisa praticamente nel terzo quarto, nettamente favorevole alla Sulcispes. La Scuola Basket ha perso solidità difensiva e, soprattutto, precisione al tiro, realizzando solo una manciata di punti nei primi 5′ che hanno visto la Sulcispes scappare via. Fabio Cau e compagni hanno avuto un sussulto ma al 30′ il punteggio segnava comunque +15 per la Sulcispes: 64 a 49.

L’ultimo quarto ha visto la Scuola Basket reagire generosamente nel disperato tentativo di riaprire la partita e, ad un certo punto, ha persino sperato di farcela, quando è arrivata a -7, 60 a 70, a 4’01” dalla fine, ma la speranza si è ben presto trasformata in illusione, perché la Sulcispes ha chiuso le maglie difensive, ha ritrovato precisione al tiro ed il vantaggio è tornato a d un margine di sicurezza, fino al definitivo 81 a 68.

Al termine della partita abbiamo intervistato il coach della Sulcispes Paolo Massidda ed il capitano della Scuola Basket Carbonia.

         

https://www.facebook.com/giampaolo.cirronis/videos/10217940490731814/

 

https://www.facebook.com/giampaolo.cirronis/videos/10217940613934894/

Digerita l’amara trasferta di Porto Torres, sabato sera (inizio ore 19.30) la Sulcispes ospiterà il Basket Uri per la quarta giornata del campionato di serie D di basket. “E’ una squadra di giocatori esperti, che ha vinto per due anni di fila il campionato di serie D – dice coach Paolo Massifda -, quindi è un avversario tosto e dotato di giocatori molto tecnici, che sanno giocare a pallacanestro. Mi aspetto una difesa a zona 3\2, quindi noi dobbiamo avere molta pazienza, non essere frettolosi nelle conclusioni e fare girare la palla velocemente. Loro attualmente vengono da due sconfitte, quindi arriveranno al Pala Giacomo Cabras con la voglia e la grinta di voler conquistare i due punti, e quindi serve tutta la forza del collettivo per contrastare una squadra di spessore tecnico, giocare senza paura, e fare quello che facciamo giornalmente in allenamento, solo cosi possiamo assicurarci i due punti.” Il coach sulcitano ricorda e rinnova l’invito a tifare e incitare la squadra di Sant’Antioco, in quanto più di una volta, il pubblico è stato il vero sesto uomo in campo.

I lavori sono cominciati l’8 ottobre e già si vedono i primi risultati. Le 32 persone assunte, delle 64 complessivamente previste nell’ambito dei cantieri comunali, stanno operando nella manutenzione, valorizzazione e pulizia degli spazi verdi, delle vie d’accesso e delle piazzole site all’interno della Grande Miniera di Serbariu, una delle aree principali di Carbonia dal punto di vista turistico-culturale, biglietto da visita per tanti visitatori che giungono a Carbonia. Soddisfazione è stata espressa dal sindaco Paola Massidda: “Fin dal nostro insediamento alla guida della città ci siamo attivati per recuperare i finanziamenti regionali relativi ai cantieri di forestazione delle annualità 2012 e 2013, che rischiavano di andare persi. Aver “salvato” questi fondi, dell’importo di 1 milione di euro, significa ridare dignità e speranza ad alcune famiglie della nostra città e restituire alla collettività spazi urbani più vivibili, decorosi e curati”. “Agli interventi in corso di esecuzione alla Grande Miniera di Serbariu presto si aggiungeranno i lavori finalizzati alla cura e gestione del verde della Pineta di Rosmarino”, ha spiegato l’assessore all’Ambiente Gian Luca Lai.

Trasferta amara per la Sulcispes a Porto Torres, dove è stata sconfitta di misura, 81 a 76, dopo aver condotto a lungo ed aver chiuso il primo tempo avanti di 10 lunghezze: 42 a 32. Anche in avvio di ripresa la Sulcispes ha continuato a controllare l’avversario trascinata da un super Camillo Cuccu, alla fine miglior realizzatore con 24 punti.

La Sulcispes ha perso lucidità nei minuti finali e, dopo aver subito la rimonta della squadra turritana, ha perso Cuccu e Pintus per raggiunto numero di falli e non ha avuto più la forza, sia fisica sia psicologica, per ribaltare il punteggio.

Il coach sulcitano Paolo Massidda alla fine ha mostrato delusione per la grande occasione sciupata e per la perdita di Stefano Massidda, uscito dopo pochi minuti per un infortunio.

Nella classifica del campionato di serie D, la Sulcispes resta ferma a quota 4 punti dopo le due vittorie iniziali.

[bing_translator]

Archiviate le due prime vittorie, una fuori casa contro la Scuola Basket, dove dopo un primo tempo contratto e pauroso, la squadra è venuta fuori nel finale, e la vittoria in casa contro i Sirbones di Nuoro, dove i ragazzi sulcitani sono apparsi subito ben messi e lucidi, la Sulcispes di Paolo Massidda, è pronta per questa lunga trasferta a Porto Torres.

L’allenatore analizza il match di domenica: «Il CMB Porto Torres è una squadra molto fisica, dotata di giocatori con una buona mano dall’arco dei 3, amano correre in contropiede, andare a rimbalzo e quindi mettono molta intensità nel gioco. Sono forti in difesa ed hanno degli ottimi giocatori tra cui su tutti Pisano, Sotgiu e Parodo, ma non solo. Noi quindi, dobbiamo essere bravi a non concedergli di fare il loro gioco, chiudere gli spazi e mettere molta intensità in difesa. E’ sicuramente una partita importante, in quanto il Porto Torres, dopo lo scivolone interno contro il Sinnai, dove però, a quanto pare, ha buttato la partita, ha vinto sabato scorso contro Uri in casa loro, vittoria che li ha galvanizzati, soprattutto perché è arrivata contro una compagine forte che lo scorso anno ha vinto il campionato di serie D».

«Noi siamo in una buona condizione, sia fisica che mentale, certo abbiamo ancora due o tre giocatori che per via di infortuni stanno recuperando piano piano la forma, ma al momento non sono ancora al 100%, comunque – conclude Paolo Massidda -, la chiave sarà l’intensità e rimanere sempre lucidi sin dall’inizio.»

L’appuntamento è per domenica 21 ottobre, alle 18.00.

[bing_translator]

Sono finite a Oristano, nello spareggio con l’Olimpia Olbia, le speranze della Sulcispes di rientrare in corsa per l’accesso ai play-off promozione nel campionato di serie D di basket maschile. La squadra gallurese s’è imposta chiaramente nel secondo tempo con il punteggio di 92 a 75, dopo che la prima mettà della gara era terminata in parità: 46 a 46.

«Purtroppo non è andata bene come sabato scorso, non siamo riusciti a replicare l’ottima prestazione che ci ha visto trionfare nella gara contro il Cus Sassari – commenta il coach antiochense Paolo Massidda – siamo partiti male per poi riprenderci fino a raggiungere il quarantasei pari ma, dal terzo quarto, totalmente scarichi anche sul piano mentale, siamo decisamente crollati.»

«Ci abbiamo provato in tutti i modi ma non è andata come speravamo – aggiunge Paolo Massidda – questo è stato un campionato veramente difficile e carico di insidie ma, nonostante ciò, abbiamo mantenuto la categoria come da obiettivo prefissato a inizio stagione e, sotto certi versi, tralasciando le infinite difficoltà, ci siamo anche divertiti.»

«Peccato davvero, anche perché, se avessimo vinto solo una partita in più, proprio per un discorso di punti, avremmo potuto disputare pure noi i playoff e questo mi dispiace parecchio, poiché mi sarebbe piaciuto chiudere la stagione affrontando questa importante fase. Ci tengo a ringraziare tutti: la società, i dirigenti ed i giocatori con i quali abbiamo passato e vissuto insieme momenti belli ma anche non facili. In fondo lo sport è questo: si vince e si perde e non sempre le cose vanno nel migliore dei modi. Questo fa parte del gioco. Adesso la società farà le sue valutazioni, quindi, come di consueto, un bilancio generale definitivo di fine anno. Dopodiché – conclude Paolo Massidda – si vedrà quelle che saranno le scelte e in quale modo si svilupperanno i piani futuri.»

Sulcispes Sant’Antioco – Olimpia Olbia 75 a 92

Parziali: 16 a 24, 30 a 22, 16 a 27, 13 a 19.

Sulcispes Sant’Antioco: Casula 23, Borghero 4, Rasset 14, Pintus 4, Aralossi 3, Piras10, Tosadori 15, Ingrande, Basciu 2. All. Massidda.

Olimpia Olbia: Cadoni, Sciretti 10, Navone 7, Ghisu, Canu 19, Marras 15, Careddu, Monaco 7, Zamiri 7, Deledda 27, Fresi. All. Sciretti.

Arbitri: Mulliri e Seu.

[bing_translator]

La Sulcispes Sant’Antioco è tornata alla vittoria sul campo del Cus Sassari, 86 a 81, dopo un tempo supplementare (primo tempo 41 a 37, secondo tempo 75 a 75).

«È stata una partita molto combattuta e fisica, avendo chiuso il primo quarto sotto 30-15 non era di certo facile recuperare uno strappo di quindici punti – afferma il dirigente Francesco Diana – ma già dal secondo quarto, aumentando decisamente l’intensità in difesa, siamo riusciti a chiuderlo sotto di quattro lunghezze. Poi è stata una battaglia punto a punto fino ad impattare alla sirena sul settantacinque pari. Il supplementare poi è stato giocato bene in egual misura da entrambe le compagini; ci hanno premiato due o tre conclusioni andate a buon fine dai sei metri e settantacinque. Ora testa allo spareggio di mercoledì che potrebbe aprirci le porte dei playoff – conclude Francesco Diana – credo e confido nel fatto che i ragazzi faranno il possibile ed impiegheranno tutte le forze di cui dispongono per provare ad aggiudicarsi l’incontro.»

Cus Sassari – Sulcispes Sant’Antioco 81 a 86

Parziali: 30 a 15, 11 a 22, 18 a 20, 16 a 18. O.T. (6 a 11).

Cus Sassari: Colli, Madau 5, Barbagallo 17, Porcheddu 2, Campanelli 6, Serra 12, Idini 24, Manunta, Dellacà 2, Impagliazzo 2, Giordanelli, Silanos 11. All. Gabriele Sassu.

Sulcispes Sant’Antioco: Casula 13, Borghero 7, Rasset 27, Pintus 13, Aralossi 16, Piras 3, Basciu, Tosadori 7, Ingrande. All. Paolo Massidda.

[bing_translator]

Si svolgerà nei primi tre giorni di giugno, a San Sepolcro in provincia di Arezzo, il decimo torneo internazionale di basket giovanile “Memorial Barbagli”, al quale parteciperà l’Under 14 della Sulcispes Basket Sant’Antioco, guidata dal coach Paolo Massidda. L’evento sportivo, organizzato dalla Dukes Basket San Sepolcro nell’anno in cui festeggia i sessant’anni di attività, è fra i più interessanti nel panorama nazionale cestistico giovanile, una tre giorni nei quali i ragazzi, giunti da tutta Italia ma anche da diverse città europee, si cimenteranno in mini-tornei divisi per categorie.

«Dalla rinascita della Sulcispes, avvenuta nel 2015, siamo ben lieti di annunciare che una delle nostre squadre del settore giovanile parteciperà ad un torneo internazionale di alto livello – afferma il presidente della Sulcispes Salvatore Ingrande – il lavoro che la società sta facendo, in termini di crescita sportiva a partire dai più piccoli è notevole e incrementa di anno in anno, tant’è che, con grande soddisfazione, gli iscritti alla scuola basket non fanno che aumentare. Fra gli obiettivi che la società si era posta – aggiunge Salvatore Ingrande – rientravano esperienze di questo genere, per cui oggi, grazie al lavoro svolto e considerate inoltre le difficoltà economiche che le famiglie attraversano, si parte con la fierezza di portare, per la prima volta, una squadra sulcitana a confrontarsi con altre realtà in un torneo internazionale.»

Anche la responsabile dirigente del settore giovanile biancoblu, Daniela Mancosu, è soddisfatta.

«Abbiamo fatto di tutto per fare in modo che i ragazzi potessero partecipare nonostante le difficoltà che si sono presentate nella realizzazione di questo progetto – spiega Daniela Mancosu – siamo fortemente convinti che questi tornei servano come crescita ed esperienza di vita e da dirigente, ma anche come mamma, sono veramente contenta, come lo sono d’altronde i ragazzi, il cui entusiasmo è alle stelle.»

«Tutto ciò è stato possibile – conclude Daniela Mancosu – anche grazie ai genitori che con la loro vicinanza e il loro ausilio ci hanno veramente dato una grossa mano d’aiuto per far sì che tutto andasse per il verso giusto.»