1 February, 2023
HomePosts Tagged "Pasquale Lazzaro"

Massimo Comparetti è il nuovo allenatore della Verde Isola, subentra al dimissionario Pasquale Lazzaro. Il presidente della società tabarchina, Giuseppe Buzzo, ha sciolto questa sera il rebus della sostituzione del tecnico della Promozione Pasquale Lazzaro, affidando la panchina al 54enne tecnico locale Massimo Comparetti, che ha alle sue spalle diverse esperienze alla guida del Carloforte (squadra nella quale ha militato per diverse stagioni da calciatore) e ad inizio febbraio 2018 venne esonerato dall’allora presidente Giuseppe Buzzo che lo sostituì proprio con Pasquale Lazzaro, esordiente a soli 26 anni.

Dopo le dimissioni improvvise di Pasquale Lazzaro, per la sua sostituzione erano circolati i nomi di Titti Podda e Gianni Maricca ma alla fine Giuseppe Buzzo ha scelto Massimo Comparetti.

«Cercheremo di rilanciarlo dopo la negativa esperienza di un anno fa a Sant’Antiocoha detto Giuseppe Buzzo -. Il nostro obiettivo quest’anno è mantenere la categoria, facendo crescere i giovani della formazione Juniores.»

Domenica Massimo Comparetti farà il suo esordio sulla panchina della Verde Isola, al Comunale Nuovo Puggioni delle Saline, a Carloforte, contro l’Atletico Cagliari.

L’allenatore della Verde Isola Pasquale Lazzaro s’è dimesso. La notizia è stata ufficializzata in serata dalla società con un breve comunicato pubblicato nella pagina facebook ufficiale.
«Con grande rammarico e dispiacere comunichiamo che nella giornata di ieri, mister Lazzaro ha presentato le proprie dimissioni (motivi personali) da Responsabile della Prima squadra – ha comunicato la società -. Pur non condividendole, accettiamo e rispettiamo la sua scelta, perché certi che l’abbia ponderata consapevolmente. Nulla potrà cancellare i ricordi indelebili che ci legano a lui e le gioie che abbiamo condiviso, non ultima la vittoria del campionato di prima categoria. Grazie di tutto mister, per sempre uno di noi.»
Pasquale Lazzaro è stato uno dei protagonisti della crescita della squadra che in quattro anni ha raggiunto la Promozione regionale partendo dalla Terza categoria. All’inizio della nuova stagione, dopo l'”ubriacatura” della Promozione, la squadra ha superato il primo turno della Coppa Italia, imponendosi del girone a tre su Cortoghiana (0 a 0) e Villamassargia (1 a 0), e domenica scorsa ha esordito in campionato pareggiando 0 a 0 a Gonnosfanadiga.
Nelle ultime ore è iniziato il toto-allenatore ed il nome più accreditato sembra essere quello di Titti Podda, 57enne tecnico di Carbonia, nelle ultime tre stagioni alla guida del Villamassargia. Qualora dovesse materializzarsi l’arrivo alla guida della Verde Isola, per Titti Podda sarebbe un ritorno a Carloforte, avendo guidato il Carloforte, senza molta fortuna, nella stagione 2008/2009.
Giampaolo Cirronis
Nella foto di copertina il tecnico dimissionario Pasquale Lazzaro, a destra, con il presidente della Verde Isola Giuseppe Buzzo, il giorno della festa per la promozione.

Un goal realizzato da Nicola Lazzaro al 9′ del secondo tempo, ha dato alla Verde Isola i 3 punti nella terza ed ultima giornata del girone eliminatorio, questo pomeriggio nell’incontro casalingo con il Villamassargia, che vale la qualificazione agli ottavi di finale della Coppa Italia di Promozione regionale di calcio. La squadra di Pasquale Lazzaro aveva pareggiato a reti bianche la prima partita a Cortoghiana, ed ha così chiuso il girone a tre con Villamassargia e Cortoghiana, con 4 punti, davanti al Cortoghiana con 2 punti ed al Villamassargia con 1 punto (Villamassargia-Cortoghiana sette giorni fa era terminata 1 a 1).

 

Tre vittorie esterne, quattro interne ed un pareggio, è il bilancio della prima giornata dei gironi eliminatori della Coppa Italia di Promozione regionale. Il Cus Cagliari ha vinto 2 a 0 a Castiadas, il Santa Giusta 3 a 2 sul campo della Francesco Bellu, il Thiesi 1 a 0 a Bonorva. Il Tortolì ha battuto l’Idolo 2 a 1, il Buddusò la Bittese 2 a 0, il Lanteri 1 a 0 lo Stintino, il Luogosanto 2 a 1 il Tempio.

L’unica partita terminata in parità, senza goal, è stata il derby del Sulcis tra Cortoghiana e Verde Isola Carloforte. 

E’ stata festa grande, ieri a Carloforte, in occasione dell’ultima giornata del girone A del campionato di Prima Categoria. Il calendario proponeva alla Verde Isola, già promossa in Promozione la domenica precedente dopo il pareggio nel derby di Sant’Antioco con l’Antiochense, un altro derby, con l’Atletico Villaperuccio dell’ex Michele Mileddu, da parte sua tranquillo perché già salvo.

La partita, sul piano tecnico, ha detto poco, com’era facilmente prevedibile, sono maturati 6 goal per la vittoria della Verde Isola per 4 a 2, con il temporaneo 4 a 0 della squadra di casa e poi due goal della squadra ospite, con la ciliegina finale del calcio di rigore trasformato proprio da Michele Mileddu, 46 anni, sceso in campo nell’ultimo scorcio di partita. Al fischio finale sono iniziati i festeggiamenti.

Allegati un ampio album fotografico e le interviste al presidente Giuseppe Buzzo, all’allenatore Pasquale Lazzaro ed al sindaco Salvatore Puggioni.

   

Pareggiando 1 a 1 a Sant’Antioco nel derby delle Isole con l’Antiochense, la Verde Isola ha tagliato questo pomeriggio il traguardo della promozione, con una giornata di anticipo, nel girone A del campionato di Prima Categoria. La squadra di Pasquale Lazzaro è riuscita a passare in vantaggio al 10′ del secondo tempo con Momo Cosa, al 19° centro stagionale (la classifica dei cannonieri è guidata dal 40enne Simone Stocchino, bomber del Cus Cagliari, con ben 29 goal), ed è stata raggiunta all’89’ da un goal di Giovanni Congiu. Per l’Antiochense il punto conquistato oggi vale la conferma del 4° posto, a 8 punti dalla vetta, con il rammarico del disastroso avvio di stagione, con le cinque sconfitte consecutive iniziali. Dalla sesta giornata, dopo l’arrivo in panchina di Cristian Serra, l’Antiochense ha viaggiato a mille, 5 punti avanti alla stessa Verde Isola che ha vinto il derby d’andata e oggi festeggia la meritata promozione che premia sicuramente la squadra più regolare, quasi sempre in testa dall’inizio alla fine.

 

La Verde Isola di Carloforte, capolista del girone A del campionato di Prima Categoria, è scatenata sul mercato. Oggi la società guidata dal presidente Giuseppe Buzzo ha annunciato il tesseramento di due attaccanti di grande esperienza, un lusso per la categoria: Devid Pinna e Stefano Demontis. Entrambi classe 1988, con il loro arrivo rendono ancora più competitivo l’organico a disposizione del tecnico Pasquale Lazzaro che con 24 punti, frutto di 7 vittorie, 3 pareggi e 1 sola sconfitta, guida la classifica con 2 punti di vantaggio sulla coppia formata da Cus Cagliari e Gialeto 1909 (entrambe hanno una partita da recuperare), e 3 su altre tre squadre: Città di Selargius 1991, Sestu e Capoterra. Al settimo posto, con 15 punti, c’è l’Antiochense che da quando è stata affidata al tecnico Cristian Serra, ha cambiato marcia, lasciando l’ultimo posto a 0 punti, infilando cinque vittorie consecutive (e con una partita da recuperare).

La Verde Isola con i nuovi arrivati vuole imporre la qualità del suo organico, per centrare l’obiettivo della “Promozione”.

Nella foto di copertina il presidente Giuseppe Buzzo ed il tecnico Pasquale Lazzaro.

 

 

[bing_translator]

La San Marco Assemini ’80 ha superato il Carloforte con il punteggio di 2 a 1 ed ha conquistato il terzo posto nella Coppa Primavera, mini torneo tra le seconde e le terze classificate dei due gironi del campionato di Promozione regionale, valida per la definizione della graduatoria in vista di un eventuale ripescaggio. La partita è stata disputata allo stadio Comunale di Villamassargia.

Carloforte-San Marco Assemini 80 1-2

Carloforte: Grosso, Marongiu, Arrais, Napoli, Recano, Granara (dal 22’ st Pintus), Leone (dal 22’ st D’Arco), Uccheddu, Iesu, Bodano, Lazzaro. A disposizione: Milia, Sanna, Madeddu, Pelinga, Pancotto. Allenatore: Pasquale Lazzaro.

San Marco: Muccione, S. Tosi (1’ st Meloni), Sogore, Dinaro, Porcu, Sirigu, Cordeddu (dal 32’ st Nenna), Littera (dal 19’ st M. Tosi), Farci (14’ st Pintus), Barry Alseni, Fanni. A disposizione: Cocco, Nieddu, Pilleri. Allenatore: Massimiliano Pani.

Reti: 27’ pt Farci (SM), 7’ st Porcu (SM), 15’ st Leone (C).

Arbitro: Gatta di Sassari (assistenti di linea Secchi di Sassari e Melis di Cagliari).

Ammoniti: 31’ pt Iesu (C), 17’ st Leone (C), 41’ st Recano (C).

Le due squadre hanno concluso così la loro stagione, entrambe deluse, perché alla vigilia del campionato puntavano apertamente al salto di categoria, al quale puntano ancora l’Ossese ed il Bosa che domani pomeriggio si troveranno di fronte sul campo del Centro Federale “Tino Carta” di Sa Rodia, a Oristano, per il primo ed il secondo posto. La partita avrà inizio alle ore 17.00, sotto la direzione di Stefano Selva di Alghero (assistenti di linea Mauro Ignazio Cordeddu di Cagliari e Francesco Serusi di Oristano).

[bing_translator]

Sarà l’ultima giornata a decidere la lotta per la promozione diretta e per l’accesso alla “Coppa Primavera”, valida per la definizione della graduatoria in vista di possibili ripescaggi, nel girone A del campionato di Promozione regionale. La capolista Arbus e la prima inseguitrice San Marco Assemini ’80 hanno vinto in trasferta, rispettivamente per 1 a 0 a Carloforte (goal di Guglielmo Falciani al 91′) e per 2 a 1 sul campo del La Palma Monte Urpinu (doppietta di Silvio Fanni, il primo goal su rigore), e rimangono divise da 3 punti. Domenica prossima all’Arbus di Nicola Agus sarà sufficiente un pari nel match casalingo con il Selargius, per spegnere il sogno della San Marco Assemini ’80 di Massimiliano Pani che ha fatto una grande rimonta finale, ma anche in caso di vittoria sul Sant’Elena Quartu, sarebbe costretta a disputare la Coppa Primavera con la terza classificata. Al momento al terzo posto c’è il Carloforte, grazie ai confronti diretti favorevoli con il L Palma che ha i suoi stessi punti. Domenica prossima il Carloforte giocherà a Bari Sardo (oggi sconfitto 8 a 2 sul campo del Seulo 2010 e già retrocesso matematicamente), il La Palma Monte Urpinu sul campo dell’Idolo (oggi vittoriosa a Gonnosfanadiga per 1 a 0).

Il Carbonia di Andrea Marongiu è stato sconfitto di misura sul campo del Selargius, 1 a 0, e indipendentemente da come finirà l’ultima partita, in programma al Comunale “Carlo Zoboli” contro il pericolante Gonnosfanadiga, chiuderà il campionato al 7° posto.

Sugli altri campi, il Sant’Elena Quartu ha superato l’Arborea 2 a 1, l’Andromeda ha avuto la meglio per 2 a 0 sul Quartu 2000 ed il Vecchio Borgo Sant’Elia, infine, ha violato il campo del Siliqua, con il punteggio di 2 a 1.

Nel girone B del campionato di Prima categoria, il Villamassargia festeggia la “Promozione”, con una giornata di anticipo sulla conclusione del campionato. La squadra di Giampaolo Murru ha espugnato il campo dell’Atletico Villaperuccio con il minimo scarto, 1 a 0, ed ha portato a cinque punti il suo vantaggio sulla grande rivale Monteponi, fermata sul pari, con il pirotecnico punteggio di 4 a 4, sul campo del pericolante Atletico Masainas. Per la squadra di Walter Poncellini non resta ora che sperare in un ripescaggio per tornarein Promozione, categoria indubbiamente più rispondente al blasone rossoblu.

Sugli altri campi, tanti goal a Villacidro, con la Villacidrese vittoriosa per 3 a 2 sul Cortoghiana; a Samassi, dove la Gioventù Sportiva ha travolto il fanalino di coda Domusnovas Junior Santos per 7 a 0; e a Sarroch, dove la squadra di casa ha superato la Libertas Barumini con il punteggio di 5 a 0.

La Fermassenti ha pareggiato 1 a 1 l’anticipo di ieri sul campo della Virtus Villamar, il Pula ha superato l’Atletico Narcao per 1 a 0 e il Villanovafranca, infine, ha espugnato il campo del Senorbì, 2 a 1.

Nicola Agus, tecnico dell’Arbus.

 

[bing_translator]

Il Carloforte ha fermato sul pari la capolista La Palma Monte Urpinu ma la contemporanea vittoria dell’Arbus sul campo del Gonnosfanadiga ha fatto scivolare la squadra tabarchina a 9 punti dalla vetta della classifica, a sette giornate dalla conclusione del campionato ed alla vigilia della lunga sosta (si tornerà in campo l’8 aprile). La lotta per il primo posto sembra ormai ristretta a tre squadre: la capolista Arbus che guida con 50 punti, davanti alla coppia formata da La Palma Monte Urpinu e San Marco Assemini ’80 (quest’ultima tornata alla vittoria per 3 a 0 sul Quartu 2000, all’esordio di Massimiliano Pani in panchina), appaiate a quota 48. Il Carloforte è quarto, con 41 punti.

Alle spalle della squadra di Pasquale Lazzaro ci sono l’Arborea, sconfitto per 2 a 1 a Selargius, ed il Carbonia di Andrea Marongiu che ha travolto il Bari Sardo con un pesante 4 a 0 (reti di Cristian Mameli, Lorenzo Loi, Fabio Mastino e Claudio Cogotti) ed ha agganciato al sesto posto il Seulo 2010, travolto sul campo del Sant’Elena per 4 a 1.

Sugli altri campi, l’Andromeda ha superato di misura il Siliqua per 2 a 1, mentre è finita in parità, 2 a 2, Idolo e Vecchio Borgo Sant’Elia.

Nel girone B del campionato di Prima categoria, il match clou del Monteponi di Iglesias ha registrato la vittoria del Villamassargia di Giampaolo Murru che ha bissato il successo del girone d’andata e completato l’operazione sorpasso. Le due squadre sono ora divise da un solo punto, margine risicato ma preziosissimo a sette giornate dalla conclusione del campionato.

In una giornata ancora ricca di goal, la Virtus Villamar ha superato il Cortoghiana per 4 a 3; l’Atletico Villaperuccio ha vinto 3 a 2 a Pula; la Fermassenti ha piegato di misura, 2 a 1, il Villanovafranca; l’Atletico Masainas ha vinto il derby casalingo con l’Atletico Narcao, 2 a 0; la Villacidrese ha vinto sul campo della Gioventù Sportiva Samassi, 1 a 0; parità tra Gioventù Sarroch e Senorbì, 3 a 3, e tra Domusnovas Junior Santos e Libertas Barumini, 1 a 1.