23 January, 2022
Home2021Settembre (Page 2)

Ieri sera, a Portoscuso, i carabinieri del Radiomobile della Compagnia di Iglesias hanno arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente un trentottenne del luogo, disoccupato con precedenti denunce a carico. L’uomo era stato fermato mentre si trovava alla guida del proprio ciclomotore. Da una sommaria perquisizione, occultati sulla sua persona, sono stati rinvenuti 6 grammi di marijuana. La successiva conseguente perquisizione domiciliare ha consentito poi di rinvenire presso il suo domicilio 1,1 kg di marijuana, due bilancini elettronici di precisione, un tritaerba, la somma contante di 950 euro suddivisa in banconote di piccolo taglio, verosimilmente provento dell’attività illecita svolta da giovane. Il 38enne è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della compagnia di Iglesias, in attesa di essere condotto in stato d’arresto al Tribunale di Cagliari per il processo con rito direttissimo.

Ricercare contratti assicurativi sul web è sempre molto rischioso. Ne sa qualcosa un quarantunenne romeno residente a Masainas, operaio, che ha ricercato formule particolarmente convenienti per coprire con RCA le due auto di famiglia, giungendo ad un preventivo complessivo di 584 euro grazie ad un’offerta irrinunciabile rinvenuta on-line. Ha così preso contatto con gli anonimi e generosi interlocutori che, fingendosi assicuratori, si sono fatti corrispondere quella cifra in due diverse tranches a titolo di pagamento delle due presunte polizze auto, successivamente mai attivate. Quando poi però l’uomo, andando a ricercare sul portale della compagnia assicurativa alla quale riteneva di essersi affidato, riscontro dei propri contratti, ha scoperto amaramente che quelle due polizze per la società non esistevano. Si è recato quindi dai carabinieri di Giba che hanno intrapreso immediate indagini sulla base degli elementi forniti dal denunciante e sono risaliti, con la collaborazione della banca dalla quale erano partiti i bonifici e dalle indicazioni fornite dalle società telefoniche interessate nei contatti informali avvenuti durante la preparazione della truffa, che il denaro era confluito nei conti di due napoletani rispettivamente di 58 e 45 anni, il primo di Portici ed il secondo di Torre Annunziata, entrambi disoccupati e con precedenti specifici a carico, che sono stati denunciati a piede libero per truffa aggravata e continuata in concorso.

Ferrovie dello Stato (FS) effettuerà nuove assunzioni in Italia rivolte a diplomati e laureati, i quali entreranno a far parte di un ambiente di lavoro dinamico e sfidante con possibilità di crescita professionale e rapporti con processi aziendali differenti. Le assunzioni riguarderanno Assistenti Lavori per la Realizzazione di Opere Tecnologiche, che dovranno sorvegliare le attività di costruzione, controllare i lavori eseguiti dall’appaltatore, predisporre la documentazione formale e contabile e la contabilità mensile e vigilare sulla sicurezza in cantiere; Addetti all’Acustica e alle Misure del Rumore, che dovranno occuparsi delle attività di verifica ispettiva legate al processo in ambito ferroviario, controllare gli aspetti di acustica ambientale e le misure del rumore e applicare le norme internazionali e nazionali; Specialisti Tecnici Informatici, che dovranno offrire assistenza hardware e software alle postazioni di lavoro, gestire ed implementare i servizi accessori, garantire il corretto rispetto degli standard di prodotto, gestire il processo di monitoraggio e miglioramento continuo legato ai software di base e di office automation; Progettisti Energetici, che dovranno eseguire diagnosi energetiche nel settore civile, industriale e delle infrastrutture, progettare gli interventi di risparmio energetico finalizzati all’ottenimento di incentivi economici, progettare edifici carbon neutral, valutare l’utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili e gestire i rapporti con i principali enti di gestione dell’energia. L’azienda richiede ai propri collaboratori i seguenti requisiti: orientamento al cliente e al risultato, capacità relazionali, di sintesi e di analisi, propensione a lavorare in gruppo, attitudine al problem solving, autonomia organizzativa, proattività, sistematicità, spirito di innovazione etc.

Per verificare tutte le posizioni aperte…

L’articolo completo è consultabile nel sito: http://diariolavoro.com/ferrovie.html .

Venerdì 1° ottobre alle 18.00, nella Sala Mostre “I Sufeti” del Palazzo del Capitolo, in piazza De Gasperi a Sant’Antioco, verranno presentati al pubblico gli esiti della seconda residenza artistica del progetto “TESSERE L’ARTE – VALORIZZARE IL TERRITORIO CON LA TEXTILE ART”.

I tre artisti partecipanti sono:
– Paolo Carta (Cagliari)
– Cristina Mariani (Firenze)
– Jenni Österlund (Finlandia)

L’iniziativa è a cura di Ottovolante Sulcis, con il finanziamento della Fondazione di Sardegna e con il patrocinio del Comune di Sant’Antioco.

Sono 66 i nuovi positivi al Covid-19 accertati nelle ultime 24 ore in Sardegna su 7.872 test eseguiti (2.593 molecolari, 5.279 antigenici), lo 0,84%.

I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 13 (-1 in meno di ieri).

I pazienti ricoverati in area medica sono 135 (5 in meno rispetto a ieri).

Sono 2.058 i casi di isolamento domiciliare (166 in meno rispetto a ieri).

Si registrano 5 decessi: 1 uomo di 83 anni residente nella Città Metropolitana di Cagliari, un uomo e una donna, rispettivamente di 83 e 81 anni, residenti nella Provincia di Sassari, nonché due pazienti residenti nella Provincia di Nuoro.

 

 

Il presidente Daniele Reginali, ha convocato per questa sera, alle ore 18.30 (seduta di prima convocazione) e per domani 30 settembre alle ore 19.30 (seconda convocazione), presso la Sala Blu del Centro Culturale in via Cattaneo, il Consiglio comunale di Iglesias.

I punti inseriti all’ordine del giorno sono quattro: una proposta di deliberazione per il riconoscimento di legittimità di debito fuori bilancio per una fattura relativa a fornitura di servizi idrici; l’approvazione di una variazione di bilancio e Dup, documento unico di programmazione; l’approvazione del bilancio consolidato 2020; e, infine, la modifica della convenzione per la trasformazione della cooperativa Col di Lana a responsabilità limitata da proprietà indivisa a proprietà divisa.

Nel mese di giugno, nell’ambito del Progetto REACT, nella Comunità dell’Isola di San Pietro sono stati installati e messi in servizio i primi 13 sistemi di accumulo di energia, con una potenza complessiva di 126 kWh. REACT, acronimo di Renewable Energy for Self-sustAinable Island ComuniTies (energie rinnovabili per comunità insulari autosostenibili), è un progetto finanziato dal programma Horizon 2020 dell’Unione Europea che mira ad aumentare la sicurezza energetica e migliorare la sostenibilità energetica e ambientale delle isole. L’installazione dei sistemi di accumulo è il primo passo verso la piena implementazione del progetto nell’isola di San Pietro che si completerà con l’installazione di ulteriori batterie e pompe di calore entro il mese di settembre che volge ormai al termine, in vari edifici pubblici e residenziali.
Gli impianti installati sono principalmente composti da pompe di calore che forniscono sia riscaldamento che raffrescamento, accoppiate a batterie che immagazzinano l’energia prodotta da fonti rinnovabili, permettendo di spostare i picchi di consumo energetico e allo stesso tempo consentendo una maggiore flessibilità. L’installazione di queste tecnologie contribuirà alla formazione di una comunità di energia rinnovabile, portando una riduzione del costo dell’elettricità per i membri della comunità, aumentando la quantità di energia auto consumata e avvicinando l’isola all’indipendenza energetica dalla terraferma.
L’installazione è accompagnata da una piattaforma di gestione dell’energia che permetterà a ciascun utente di conoscere le proprie abitudini di consumo energetico e migliorare la propria efficienza energetica in modo semplice e interattivo. Per creare un punto di contatto tra gli isolani e il progetto è stato creato un gruppo Facebook aperto (https://www.facebook.com/SanPietroREACT/) che permetterà agli abitanti (e non solo) di porre domande, condividere informazioni, accedere a contenuti su come risparmiare energia e scoprire le ultime novità sul progetto. Tramite la partecipazione attiva la comunità di San Pietro avrà a disposizione le conoscenze e gli strumenti necessari per diventare un’isola energeticamente indipendente.
San Pietro è una delle tre isole che partecipano al Progetto REACT insieme all’isola di Aran (Irlanda) e all’isola de La Graciosa (Spagna). I risultati ottenuti su questi tre siti pilota serviranno per progettare nuovi modelli di consumo energetico che verranno implementati e valutati in isole più grandi come Maiorca (Spagna), Gotland (Svezia), Lesbo (Grecia), l’isola di Wight (Inghilterra) e La Riunione (Francia). Il Progetto ha una durata di 4 anni e coinvolge 23 partner di 11 paesi europei coordinati da VEOLIA.

Domenica 26 settembre è stato sciolto il voto a Santa Greca. Decimomannu anche quest’anno si è ritrovato all’appuntamento annuale nel festeggiare la Santa, protettrice non solo della cittadina ma della Sardegna intera che si è ritrovata vicina e in preghiera.
Alla presenza delle autorità, l’arcivescovo di Cagliari mons. Giuseppe Baturi ha officiato il rito religioso.
In una piazza gremita, rispettosa delle norme anti-Covid, la popolazione ha assistito al rito religioso con estrema partecipazione e con preghiere.
Nella sua omelia, mons. Giuseppe Baturi ha posto l’accento sul momento particolare che si sta attraversando, ancora alle prese con il Covid-19.
L’arcivescovo di Cagliari ha rivolto un pensiero alla comunità ed alla Sardegna intera, che sovrastata dalla pandemia ha pagato un prezzo altissimo in termini di perdite di vittime umane.
Un pensiero profondo che non deve lasciar sfuggire il significato della vita e allo stesso tempo rinsaldare con l’impegno di tutti verso gli ultimi e oggi ” Giornata Mondiale del Rifugiato” ricorda che l’aiuto verso il prossimo deve superare le differenze religiose e, soprattutto, offrire la solidarietà con atti concreti.
Nel concludere la sua omelia, mons. Giuseppe Baturi, ha rilanciato una nuova vita di fraternità ed impegno nel nome di Santa Greca.
Armando Cusa

È andato a Cloes, allevata da Raffaele Mulas, il 59° Premio Regionale Sardo che si è disputato nell’azienda Agris di Tanca Regia, ad Abbasanta.
Un’edizione molto partecipata alla quale hanno preso parte 287 cavalli.
La cavalla di tre anni ha vinto la combinata, che metteva insieme i risultati del salto in libertà, dove è arrivata seconda, e della prova morfo-attitudinale, dove è arrivata terza. Cloes ha totalizzato 237,6 punti. Alle sue spalle Coupe de Rain, allevata da Enrico Olla e di proprietà di Giangavino Serra, presentato da Antonio Niedda. Terzo posto per Hannibal Lecter, allevato da Antonio Piras e di proprietà di Enrica Dettori, presentato da Riccardo Dettori. Il salto in libertà (quello senza cavaliere) è stato vinto per i sella italiano da Campidanu, allevato da Efisio Lepori di Santa Giusta e presentato da Agostino Mascia. Fra gli anglo arabi di tre anni successo per Coro Eranu, allevato da Luigu Ladu di Benetutti e presentato da Andrea Pes.
Per quanto riguarda i due anni, primo posto nella prova di attitudine al salto di Deboi, allevata e presentata da Leonardo Galleri di Villanova Monteleone. Il migliore degli anglo arabi è stato invece Doria di Francesco Murgia, ma sempre di Villanova Monteleone.
Le premiazioni sono state effettuate dal dirigente dei Servizi Ippici Agris, Raffaele Cherchi, il presidente della Fise Sardegna Stefano Meloni e la sindaca di Abbasanta Patrizia Carta.
«Abbasanta è da sempre legata a Tanca Regiaqueste le parole della prima cittadina -. Questa e altre manifestazioni danno risalto regionale e nazionale al nostro paese. Sono un valore aggiunto che speriamo sia sempre più coinvolgente.»
Antonio Caria

Sono 49 i nuovi casi positivi al Covid-19 accertati nelle ultime 24 ore in Sardegna, su 4.121 test eseguiti (2.433 molecolari, 1.688 antigenici), l’1,19%, 1 decesso.

I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 14 (-1 in meno di ieri).

I pazienti ricoverati in area medica sono 140 (3 in meno rispetto a ieri).

Sono 2.194 i casi di isolamento domiciliare (196 in meno rispetto a ieri).

Si registra il decesso di 1 uomo di 80 anni residente nella Città metropolitana di Cagliari.