8 August, 2022
HomePosts Tagged "Katia Puddu"

Il comune di Carbonia ha organizzato per sabato 18 giugno 2022, in piazza Roma alle ore 18.00, la celebrazione in onore del Milite Ignoto.

Nei mesi scorsi, infatti, alcune associazioni di combattenti e dell’Arma hanno chiesto al comune di Carbonia il riconoscimento della cittadinanza onoraria del Milite ignoto. A ciò si unisce il progetto, promosso dall’Anci nel 2021, che ha il medesimo scopo.

«Con questa celebrazioneha detto il sindaco di Carbonia, Pietro Moritturinnoviamo il dovere del ricordo, nel segno del sacrificio di chi è caduto in guerra per i propri ideali. Onorare una salma sconosciuta, ovvero senza nome, è il modo per onorare tutti coloro che hanno perso la loro vita combattendo.»

L’anno scorso è stato celebrato il centenario del Milite ignoto: l’idea risale alla Prima Guerra Mondiale, anche se il relativo disegno di legge, il n. 202, con l’allora presidente Giolitti, fu presentato alla Camera il 20 giugno 1921 con il titolo “Onoranze al soldato ignoto”.

«La cittadinanza onoraria ha spiegato l’assessora degli Affari generali, Katia Puddu viene concessa a una persona per l’impegno e per le azioni di alto valore che ha compiuto a beneficio della sua Nazione. Con una delibera di Giunta specifica abbiamo dato avvio a tale procedimento che si concretizzerà con la convocazione di un Consiglio comunale ad hoc.»

Alla manifestazione, aperta alla cittadinanza e a tutti coloro che vorranno partecipare, sono state invitate le Associazioni combattentistiche e dell’Arma, Forze dell’Ordine ed Autorità militari del territorio.

L’assessora della Transizione digitale del comune di Carbonia, Katia Puddu, ha diffuso una nota con la quale comunica che “dopo settimane di complesso lavoro, grazie all’abnegazione e alla professionalità del personale degli uffici afferenti al mio assessorato, abbiamo raggiunto un primo, importante, risultato; per nulla scontato viste le criticità dell’ente”.

“Abbiamo presentato tre progetti per la partecipazione ad altrettanti bandi del PNRR, finalizzati alla transizione digitale e allo snellimento dei processi burocratici nonché al miglioramento dei servizi offerti ai cittadini, per un totale di (quasi) 230.000 euroaggiunge Katia Puddu -. Ovviamente ciò non significa che il nostro ente si sia già aggiudicato queste importante risorse: ma che, nonostante le criticità legate alle carenze di organico e le conseguenti difficoltà nello strutturare progetti competitivi, concorre in pieno a conquistarle.”

“Il piano nazionale di ripresa e resilienza è un’opportunità fenomenale per modernizzare il Paese e nello specifico il nostro Comune conclude Katia Puddu -: perciò è necessario profondere il massimo sforzo per sfruttarla appieno.”

Il gruppo civico Carbonia Avanti, nato alla vigilia delle recenti elezioni amministrative di Carbonia che l’hanno visto protagonista con l’elezione di cinque consiglieri nella maggioranza che ha eletto il sindaco Pietro Morittu, e rappresentato dal presidente del Consiglio comunale (Federico Fantinel) e due assessori (Stefano Mascia e Katia Puddu), ha organizzato un’assemblea tenutasi venerdì 8 aprile nella sede di vico Manno, a Carbonia. Nel corso dei lavori è stata esaminata l’attività amministrativa del comune di Carbonia nei primi sei mesi di consiliatura, unitamente alle problematiche irrisolte della città e del territorio.
Nel dibattito sono emerse le criticità finanziarie del comune di Carbonia, come evidenzia chiaramente il bilancio recentemente approvato, che «condizionano negativamente ogni minima attività o investimento, ma anche alle esistenti opportunità per affrontarle e lenirle in sede di Amministrazione regionale».
Particolare attenzione è stata posta alle difficoltà incontrate rispetto alla partecipazione ai bandi del PNRR e alle opportunità che questo riserverebbe al territorio per la costruzione di nuove strutture sanitarie, tra le quali un nuovo polo ospedaliero d’eccellenza, potenzialmente in grado di migliorare il livello dell’offerta sanitaria generale, sul quale i consiglieri del gruppo Carbonia Avanti hanno già elaborato un documento allo scopo di coinvolgere ed impegnare l’Amministrazione nella verifica dei percorsi progettuali e finanziari in atto per la sua eventuale realizzazione.
«La discussione si è poi incentrata sull’impellente necessità di veder pienamente riconosciute le prerogative politiche del nostro gruppo (al pari di come sono state e vengono riconosciute quelle degli altri) nell’espressione della propria rappresentanza in ambito istituzionale, e rispetto alle tematiche programmatiche caratterizzanti e qualificanti la nostra partecipazione alla coalizione elettorale e oggi al governo della cittàsi legge in una nota diffusa al termine della riunione -. Lo avevamo detto in campagna elettorale: questa città per risollevarsi necessita di un processo politico-amministrativo lungo, ossia orientato alle prossime consiliature. E con questo obiettivo, consapevoli della nostra forza espansiva e dell’orizzonte ampio della nostra esistenza politica, con la massima lealtà nei confronti degli alleati, nel pieno rispetto della dignità e delle prerogative di ognuno, con l’ambizione di essere protagonisti del cambiamento, intendiamo proseguire, raddoppiando gli sforzi nell’impegno amministrativo che ci ha finora contraddistinto. Distinti ma non distanti, e con lo stesso obiettivo condiviso di risollevare la città di Carbonia dalle secche della crisi economica-sociale. Poiché pensiamo, così come più volte dichiarato anche in passato, che la ricchezza della nostra coalizione possa essere proprio quella delle diverse sensibilità, competenze, esperienze e diramazioni nei vari livelli sovraordinati delle istituzioni, che la hanno fin qui caratterizzata ed apprezzata.»
«Carbonia, questa è stata la riflessione finale dell’assemblea, vive uno dei peggiori periodi dalla sua fondazione: le povertà diffuse fanno il paio con l’emigrazione forzata di tanti giovani e la denatalità, e ciò ha generato un progressivo spopolamento che sta mettendo a serio rischio il futuro della comunitàconclude la nota del gruppo Carbonia Avanti -. Non c’è tempo da perdere: è indispensabile mettere in campo ogni azione, risorsa o intervento, per cercare di invertire questa situazione e per costruire una prospettiva diversa. Noi ci siamo.»

L’associazione turistica Pro Loco di Carbonia ha una nuova sede, nella centralissima via Catania. E’ stata inaugurata questa mattina, alla presenza del sindaco Pietro Morittu, degli assessori Giorgia Melis, Roberto Gibillini e Katia Puddu, e del presidente del Consiglio comunale Federico Fantinel.
«Faccio i miei auguri di buon lavoro al presidente Franco Marongiu ed al suo direttivoha detto il sindaco Pietro Morittu -. L’auspicio dell’Amministrazione è di rinnovare una collaborazione proficua con tante nuove iniziative, affinché la Pro Loco diventi perno dell’informazione turistica e trait d’union con le tante comunità dei sardi nel mondo.»
Nelle prossime settimane anche il direttivo che affiancherà il presidente Franco Marongiu sarà completato con la presenza dei due consiglieri, uno di maggioranza ed uno di minoranza, indicati dal Consiglio comunale.
 

Si è svolta ieri, nell’area della Grande Miniera di Serbariu, la cerimonia di commemorazione della tragedia nella quale, il 14 febbraio 1938, persero la vita cinque minatori originari della provincia di Chieti, nella Miniera di Serbariu. L’assessora della Cultura del comune di Carbonia, Giorgia Meli, ha deposto cinque rose rosse sulla stele che ricorda la tragedia, ripulita recentemente dalla fitta vegetazione che l’aveva praticamente nascosta alla vista ormai da diversi anni.

Il più grande dei cinque minatori aveva 47 anni, il più giovane appena 17. I fratelli Amadio e Nicola Merlino, Nicola Santarelli, Domenico Marinelli e Ludovico Silvestri.

L’Amministrazione comunale ha voluto rendere omaggio alle vittime nel giorno dell’ottantaquattresimo anniversario della scomparsa. Sono intervenuti il presidente del Consiglio comunale Federico Fantinel, l’assessora della Cultura Giorgia Meli. Presenti gli assessori Roberto Gibillini, Antonietta Melas, Piero Porcu, Katia Puddu e la consigliera comunale Valentina Diaferia che ha sottolineato l’impegno profuso da un cittadino, Salvatore Gerano, per la valorizzazione della stele. Con loro alcuni cittadini ed i rappresentanti di diverse associazioni. Sono intervenuti Mario Zara, presidente dell’associazione Amici della Miniera; l’ex dipendente comunale Nino Mistretta, testimone della memoria storica della città; Nino Cossu, presidente della sezione di Carbonia Iglesias dell’A.N.P.d’I; Mauro Pistis, presidente dell’associazione Sa Lantia.

ì

 

L’ufficio informatico del comune di Carbonia ha ideato e predisposto dei video dimostrativi di venti minuti l’uno, per andare in aiuto dei cittadini nella presentazione delle domande dei bandi in modalità telematica.

A tenere a battesimo questa iniziativa è l’avviso pubblicato dall’assessorato dei Servizi sociali relativo alla legge 162/98 che riguarda il rinnovo dei piani personalizzati a favore delle persone con handicap grave, con scadenza il 9 aprile prossimo.

Si possono trovare i tutorial sul canale youtube agli indirizzi https://youtu.be/av1esRv51ew https://youtu.be/KgLh6ox7neY (Il primo tutorial spiega come avanzare domanda sul rinnovo del piano L. 162/98 mentre l’altro su come presentarla per la prima volta). I video guida, muniti di sottotitoli, sono reperibili anche sul sito del comune di Carbonia nella news sul bando al seguente link https://www.comune.carbonia.su.it/amministrazione-trasp/altri-contenuti/dati-ulteriori/item/4444-legge-n-162-98-avviso-pubblico-per-la-presentazione-delle-richieste-di-predisposizione-dei-piani-personalizzati-nuovi-e-rinnovi-annualita-2022

«Da quest’annosottolinea l’assessore Roberto Gibillinil’Ente si deve adeguare per legge alla modalità telematica per ricevere le domande rispettivamente agli avvisi pubblici di interesse. L’assessorato ai Servizi sociali, considerati i tanti bandi a cui fa capo, è particolarmente coinvolto in questo iter che prevede una sensibilità che ha già per vocazione e un accompagnamento delle persone a questi nuovi procedimenti.»

«Ci siamo avviati ha spiegato l’assessora Katia Puddu su un preciso percorso che prevede, tra le varie cose, iniziative di supporto alla comunità finalizzate all’approccio alla Pubblica amministrazione digitale.» Secondo l’assessora Katia Puddu, delegata a seguire tutto il delicato processo di transizione digitale del Comune, «i tutorial creati ad hoc dal personale dell’Ente faciliteranno gli utenti nella presentazione delle domande, in questo caso quelle sulla legge 162/98, per essere di supporto oltre che una guida pratica e immediata».

L’assessorato dei Servizi sociali del comune di Carbonia comunica che è stato pubblicato l’avviso per la presentazione delle domande e i relativi rinnovi per i nuovi piani a favore delle persone con handicap grave (legge 162/98). Potranno presentare domanda i cittadini in possesso della Certificazione medica, attestante l’accertamento della disabilità grave rilasciata entro il 31/03/2022, e la Certificazione ISEE per prestazioni sociosanitarie non residenziali aggiornata al 2022. La scadenza è fissata al 9 aprile 2022.

Quest’anno, per legge, si è resa necessaria l’attivazione della procedura in modalità telematica. La presentazione delle istanze dovrà essere inoltrata dagli utenti utilizzando esclusivamente lo Spid o la Carta di identità elettronica.

Tutte le informazioni relative al bando si trovano sulla home page del sito del comune di Carbonia e al seguente link https://www.comune.carbonia.su.it/amministrazione-trasp/altri-contenuti/dati-ulteriori/item/4444-legge-n-162-98-avviso-pubblico-per-la-presentazione-delle-richieste-di-predisposizione-dei-piani-personalizzati-nuovi-e-rinnovi-annualita-2022 .

Il nuovo procedimento telematico per beneficiare della legge 162/98 “è il primo passo verso la digitalizzazione complessiva delle pratiche in carico ai Servizi sociali del Comune», ha affermato l’assessore Roberto Gibillini che ha colto l’occasione per ringraziare tutti i collaboratori che stanno operando sulla digitalizzazione della Pubblica Amministrazione, delega in capo all’assessora Katia Puddu.

Secondo l’assessore dei Servizi sociali, superato il primo momento di difficoltà di approccio alle nuove modalità, ci sono numerosi vantaggi per i cittadini: dopo l’invio telematico, ognuno può verificare la sua situazione collegandosi al sito del Comune e, nel caso la documentazione fornita fosse incompleta, l’utente riceverà via e-mail la richiesta di integrazione.

«Ad oggiha spiegato l’assessore Roberto Gibillinile domande relative alla legge 162/98 sono circa 900; secondo alcuni conteggi fatti, con la nuova modalità si metteranno gli uffici in condizione di risparmiare 1.350 ore di lavoro e rendere i procedimenti più veloci anche a fornire risposte in merito.»

«Per aiutare i cittadini che riscontrassero difficoltà a procedereha concluso l’assessore dei Servizi sociali – stiamo creando una collaborazione con la Consulta in rappresentanza delle associazioni per i disabili per individuare luoghi e tempi nel fornire un servizio di assistenza gratuito.»

«Il processo di transizione digitale ha come obiettivo la realizzazione di un’Amministrazione innovativa e aperta che offra servizi pubblici digitali facilmente utilizzabili, sicuri e di qualità, tali da garantire una relazione trasparente con i cittadini. Saremo artefici di questo cambiamento.»
È il commento dell’assessora con delega alla Transizione digitale Katia Puddu, in merito alla notizia che individua Carbonia tra i primi 31 Comuni in Italia (in Sardegna solo Carbonia ed Oristano) ad aver aderito al nuovo servizio di richiesta di cambio di residenza online dal portale ANPR, l’Anagrafe Nazionale Popolazione Residente.

Il servizio consiste nella possibilità di presentare, tramite il portale, la propria richiesta di cambio di residenza (per sé e per gli altri membri del nucleo familiare che si spostano) al Comune di interesse che procederà poi ad istruire la pratica. Il tutto tramite l’utilizzo delle identità digitali Spid, Carta di Identità Elettronica e Carta Nazionale dei Servizi.

«Il codice dell’Amministrazione digitale, in vigore dal 2005, impone per leggespiega ancora l’assessora Katia Pudduche le Pubbliche Amministrazioni trasformino una serie di servizi in modalità digitale attraverso l’utilizzo dello Spid. L’obiettivo è quello di agevolare i cittadini, snellire pratiche e semplificare alcuni iter in tempo reale. Non dimentichiamo tuttavia il dovere di accompagnare le persone in questo processo di cambiamento che all’inizio appare ostico e complicato. Le nuove modalità di accesso possono creare smarrimento nei cittadini, ma nel tempo risulteranno facilitatrici nella gestione delle attività quotidiane. Mai come nel periodo del lockdown imposto dal Covid siamo stati costretti a ricorrere al digitale e ad acquisire, anche in modo inaspettato, notevoli competenze per fruirne. Proseguiamo su questa direzione, senza dimenticare che si potrà risparmiare tempo prezioso, evitando lunghe attese agli sportelli.»
Questo è solo il primo di una serie di servizi che faciliteranno l’approccio con la Pubblica Amministrazione, essendo questa impegnata da inizio mandato nelle attività di implementazione dei servizi digitali dell’Ente.

«Prossimamenteassicura l’assessora convocheremo una conferenza stampa su tutti i servizi telematici che l’Amministrazione sta predisponendo. Colgo l’occasione per ringraziare gli uffici che si sono adoperati in modo operativo per intraprendere le azioni proposte.»

E’ di 400 prime dosi somministrate il bilancio della giornata vaccinale svoltasi ieri al centro di via Puglie, a Carbonia, dedicata esclusivamente ai bambini tra i 5 e gli 11 anni.

Erano presenti il sindaco Pietro Morittu e gli assessori Antonietta Melas, Roberto Gibillini e Katia Puddu, e la direttrice della Asl n. 7 Giuliana Campus, i quali hanno spiegato che «a causa dell’aggravarsi della situazione dei contagi, pur non potendoci essere le condizioni per fare animazione e giochi, come si era precedentemente prospettato per intrattenere i piccoli e rendere il momento della vaccinazione più leggero e gioioso, il centro è stato reso accogliente e familiare con palloncini colorati e con musica per i bambini».

«Senza la sinergia con la Asl n. 7 e senza medici, pediatri, personale sanitario e del 118, Polizia locale e l’aiuto delle associazioni di volontariato di Protezione civile – ha sottolineato il sindaco Pietro Morittul’organizzazione e la riuscita di questa giornata non sarebbe stata possibile.»

L’Amministrazione comunale, insieme all’Asl n. 7, ha ringraziato tutti i genitori ed i loro bimbi che si sono resi protagonisti di questo momento, ricevendo l’attestato di coraggio a ricordo della giornata.

Si è tenuto giovedì 23 dicembre 2021 un incontro interistituzionale tra Comune, Assl di Carbonia e Istituti Comprensivi della città al fine di pianificare tempi e modalità per la realizzazione di una giornata esclusivamente dedicata alla vaccinazione dei bambini dai 5 agli 11 anni, con momenti ludici e di informazione per i genitori. La giornata si terrà domenica 16 gennaio 2022 al centro vaccinale di via Puglie a Carbonia, dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 18.00.

All’incontro, che si è tenuto nella sala Giunta del Comune, hanno preso parte il direttore del distretto socio-sanitario di Carbonia Aldo Atzori, i pediatri Giuseppe Orrù e Zaira Gambula, Caterina Locci del coordinamento infermieristico distretto vaccinale e docenti e dirigenti scolastici degli Istituti Comprensivi della città. Per il “Deledda Pascoli” erano presenti il dirigente scolastico Francesco Tribuna e la docente Roberta Aru, per il “Don Milani” le docenti Sabrina Podda e Bruna Pasqualino. Per l’Amministrazione comunale hanno partecipato il vicesindaco Michele Stivaletta e le assessore Antonietta Melas e Katia Puddu.

Nel corso del confronto è stato definito che, per la giornata vaccinale dedicata appositamente ai bambini, saranno organizzate diverse attività di animazione ludica, a cura di alcune associazioni di volontariato della città che allieteranno tutti i momenti di permanenza dei bimbi nel centro vaccinale.

La Assl di Carbonia provvederà alle attrezzature, al personale sanitario e a disporre di professionisti che potranno eventualmente rispondere alle domande dei genitori. Sarà inoltre messa al più presto a disposizione delle famiglie la modulistica da compilare che sarà reperibile sul sito della Assl. Anche sul sito istituzionale del Comune di Carbonia, nella sezione dedicata alla campagna vaccinale Coronavirus, messa in evidenza nella home page, si potrà trovare comunicazione relativa alla giornata vaccinale e i link utili per la modulistica, non appena sarà disponibile.

Le scuole si attiveranno per informare le famiglie e a inserire sul loro sito Internet gli avvisi e le notizie necessarie sulla giornata del 16 gennaio.

Dagli aggiornamenti diffusi in data odierna, intanto, sale il numero dei contagi. Secondo i dati forniti dalla Assl di Carbonia, sono 101 le persone residenti in città risultate positive al Covid-19. Erano 83 la settimana scorsa.