28 October, 2021
HomePosts Tagged "Luciano La Mantia" (Page 2)

[bing_translator]

IMG_7004

Questo pomeriggio, la Piazza Anfiteatro, a Carbonia, ha ospitato una manifestazione «contro le lobby che stanno chiudendo il Sulcis», organizzata dal gruppo Unidos che ha il suo leader nel parlamentare Mauro Pili. Nel corso della manifestazione è stata avviata la class action contro le bollette Enel.

Alle 17.30 Luciano La Mantia, leader locale del gruppo Unidos fondato da Mauro Pili, presenta al pubblico di Carbonia presente, il candidato a sindaco Andrea Corda.

Poche parole e lascia il microfono al giovane che con entusiasmo inizia a parlare raccogliendo da subito numerosi consensi.

Uno stralcio del suo discorso…

«Carbonia è una città che perde giovani, il 25% della popolazione è sopra i 60… Carbonia è una città che presenta criticità…

Noi vogliamo dare un segnale di speranza… io non voglio essere un sindaco che sta dentro l’ufficio, voglio stare in mezzo a voi, voglio stare tra la gente!

Forse non lo sapete ma da quest’anno il sindaco di Carbonia sarà anche il presidente della rete urbana e si ritroverà a coordinare 20 comuni… dovrà avere un’ottica sovracomunale…

Io per terminare il mio programma aspetto i vostri suggerimenti…

Io voglio essere un sindaco che salvaguarda questi posti di lavoro… Alcoa, ex Ila, Eurallumina, ma allo stesso tempo voglioproporre qualcosa in alternativa. La città muore, al centro ci sono almeno 27 serrande abbassate…e lo sono perchè tanti lavoratori hanno perso il posto…

Occorre diversificare il settore… Sapete che di tutti i turisti che vengono in Sardegna solo il 2% arriva nel Sulcis Iglesiente…

Dobbiamo imparare a salvaguardare il turismo… non solo quello balneare, ma anche quello architettonico e archeologico…senza parlare poi delle tante terre che qui intorno potrebbero essere coltivate e dar così il via alla filiera corta con un abbattimento dei prezzi dei prodotti che guadagnerebbero anche in qualità…»

Il candidato poi prosegue parlando del centro intermodale, “cattedrale del deserto”, inadeguato e poco attrezzato, senza servizi igienici o box informazioni turistiche e ancora di come si potrebbero proporre al centro parcheggi con disco orario per un ricambio più equo delle automobili.

Quindi conclude il suo discorso ribadendo che il suo programma deve essere concordato e compartecipato con i cittadini «Non vi prometto posti di lavoro ma… ci metterò il cuore!»

Numerosi applausi che lo accompagnano nel lasciar il posto al deputato Mauro Pili.

Anche l’ex sindaco di Iglesias, nato a Carbonia 49 anni fa, precisa che vuole assolutamente che si salvino i posti di lavoro nel polo industriale di Portoscuso… chiede un applauso per gli operai di Ottana, perché «la lotta non è solo per loro ma per tutti. La solidarietà sta nel non chiudere iniziando a costruire qualcosa di nuovo, continuiamo a vivere di indennizzi… ma noi vogliamo essere liberi, senza ricatti e senza condizionamenti. Vogliamo una città che da grigia diventi a colori!»

Affronta poi il problema bollette Enel che hanno sforato e per cui la classe politica non ha fatto niente e passa quindi a rimarcare l’importanza di andare a votare per “le trivelle”.

Facciamo vedere una Sardegna che non china il capo, cerchiamo di reagire… noi andremo in giro a testa alta, con la schiena dritta, a viso aperto per dare un segnale chiaro e per ridare ai cittadini di Carbonia il ruolo da protagonisti… ormai perso da tempo.

La serata si conclude con i saluti e i ringraziamenti di Luciano La Mantia mentre il pubblico si avvicina al banchetto predisposto per raccogliere le adesioni per la “class action”.

Di seguito alcuni scatti della serata…

Nadia Pische

IMG_7043 IMG_7042 IMG_7041 IMG_7040 IMG_7039 IMG_7038 IMG_7037 IMG_7036 IMG_7035 IMG_7034 IMG_7033 IMG_7031 IMG_7030 IMG_7029 IMG_7028 IMG_7027 IMG_7026 IMG_7025 IMG_7024 IMG_7023 IMG_7020 IMG_7019 IMG_7018 IMG_7014 IMG_7013 IMG_7012 IMG_7011 IMG_7009 IMG_7007 IMG_7004 IMG_7003 IMG_7002 IMG_6995 IMG_6994 IMG_6993 IMG_6992 IMG_6991 IMG_6990 IMG_6989 IMG_6988 IMG_6987 IMG_6986 IMG_6985 IMG_6984 IMG_6983 IMG_6982 IMG_6981 IMG_6980 IMG_6978 IMG_6977 IMG_6976 IMG_6975 IMG_6974 IMG_6973 IMG_6972 IMG_6970 IMG_6969 IMG_6967 IMG_6966 IMG_6961 IMG_6960 IMG_6959 IMG_6958 IMG_6957 IMG_6956 IMG_6955 IMG_6952 IMG_6951 IMG_6950 IMG_6948 IMG_6947 IMG_6946 IMG_6945IMG_6949

[bing_translator]

Elio Cancedda_AssembleaGeneraleMovimentoPartiteIva-17gen2016

Elio Cancedda, agente di assicurazione di Carbonia, è il nuovo coordinatore del Movimento Partite Iva Sulcis Iglesiente. Lo ha eletto l’Assemblea Generale nel corso della riunione svoltasi al Lù hotel domenica 17 gennaio.

A presiedere il Congresso una compagine tutta femminile. Il presidente uscente Paolo Bullegas ha proposto alla presidenza dell’assemblea la socia Daniela Garau, avvocato di Carbonia, e alla vicepresidenza le socie, imprenditrici del commercio, Caterina Bove e Marisa Muntoni. Un plauso generale ha sottolineato unanime approvazione della proposta.

Ha aperto i lavori la relazione del Consiglio direttivo uscente presieduto da Paolo Bullegas. Una relazione fortemente critica sull’inerzia delle istituzioni politiche di governo, nelle varie articolazioni, ma in particolare verso il governo regionale definito irresponsabile.

«L’aumento dell’Irpef e dell’Irap è un insulto per tutti i sardi – ha detto il presidente Bullegas -. Mentre alla Sardegna spetta la Zona franca, c’è chi si ostina a taglieggiare le imprese con provvedimenti infausti.»

Condivisa e approvata tutta la linea politica del Direttivo, ma soprattutto la scelta di non portare in assemblea una lista preconfezionata.

«Fin dalla nascita del Movimento abbiamo ricercato la massima democrazia – ha aggiunto Paolo Bullegas -. Con il medesimo spirito tutto il Consiglio direttivo uscente si è espresso affinché l’Assemblea Generale potesse esprimere mozioni programmatiche e liste di candidati, frutto del più ampio confronto.»

Un modello chiaramente non comune, che mette in evidenza il presupposto partecipativo di ogni singolo nella costruzione della programmazione politica dell’associazione di riferimento per il lavoro autonomo nel Sulcis Iglesiente.

Per questo si è volutamente rinunciato a presentare una lista per il rinnovo del Consiglio direttivo, ed è stata votata all’unanimità una mozione affinché l’Assemblea restasse aperta. Tuttavia, per non lasciare l’associazione priva di operatività è stata approvata una seconda mozione che istituisce la temporanea figura del “coordinatore”, il quale opererà con i poteri del presidente per tutto il periodo di vacatio. Le votazioni a scheda segreta hanno dato esito unanime, eleggendo uno dei soci fondatori: Elio Cancedda. Sarà nelle sue mani la responsabilità di proseguire tutte le attività fino alla nuova convocazione assembleare.

«Ringrazio per la fiducia riposta sulla mia persona – ha dichiarato il coordinatore Cancedda -. Sento su di me un’elevata responsabilità; ma so anche di poter contare di ampia collaborazione. Il Movimento è impegnato per sostenere la mobilitazione generale del territorio, e sarà un compito che non trascurerò, non nell’interesse delle Partite iva ma come sempre, nell’interesse di tutta la comunità del Sulcis Iglesiente.»

Il Congresso del Movimento è stato caratterizzato anche da altri importanti momenti, l’intervento degli Ospiti: Giovanni Sanna, economista di Capoterra, e Gaetano Balsamo, presidente dell’associazione Partite Iva Unite. Giovanni Sanna, ha evidenziato le opportunità del territorio.

«Sui mercati internazionali – ha detto Sanna – le vostre eccellenze trovano ampi spazi, in particolare sul food, riteniamo di poter accompagnare imprese e consorzi verso l’internazionalizzazione. A livello locale molti prodotti sono mortificati dall’assenza di domanda, nonostante il loro intrinseco valore.»

Gaetano Balsamo, ha voluto imprimere una iniezione di fiducia. «Siamo oltre 6,5 milioni di Partite Iva attive, che devono unirsi per far ripartire l’Italia! Con il vostro presidente Paolo Bullegas, ci siamo confrontati, e con il suo importante contributo di esperienza associativa lavorerò per unirci in un unico soggetto: la Confederazione nazionale delle Partite Iva».

Al termine degli interventi degli ospiti, il presidente Bullegas ha consegnato alcuni riconoscimenti dedicati a personalità distintesi nella valorizzazione del territorio e per l’opera di informazione.

Una targa e una pergamena sono state donate a:

• ai promotori dell’Associazione Primavera Sulcitana, Alessia Littarru, Ivan Scarpa, Luciano La Mantia, con la seguente motivazione: «… per aver sapientemente coniugato le risorse ambientali, culturali, enogastronomiche del territorio, valorizzando le sue eccellenze nelle kermesse “Primavera Sulcitana” e “Invitas”; eventi di straordinario successo che hanno regalato infinite emozioni».

• agli chef, Manuele Fanutza e Tony Porseo: “…ambasciatori gastronomici, costantemente dediti alla valorizzazione e divulgazione delle straordinarie eccellenze produttive, patrimonio del Sulcis Iglesiente”.

• al fotoreporter Fabio Murru: “…per lo sua eccelsa capacità di trasferire in immagini la realtà del territorio, tra informazione professionale attenta ai temi sociali, e le bellezze naturali del Sulcis Iglesiente”.

• ai giornalisti: Stefania Piredda e Andrea Scano (L’Unione Sarda); Gianfranco Nurra (La Nuova Sardegna); Massimo Carta (La Gazzetta del Sulcis); Giampaolo Cirronis (La Provincia del Sulcis Iglesiente); Luca Gentile (Videolina); Tito Siddi (Tentazioni della Penna), Simone Spiga (Cagliari Pad); Carlo Martinelli (Sardiniapost); Stefano Ambu e Davide Madeddu (Ansa Sardegna); Ugo Bulgarelli e Luciano La Mantia (Radio Luna); Franco Airi (Radio Arcobaleno); Elvira Usai e Giacomo Desole (Radio Star); Francesca Arrius, Alessia Pinna e Giovanna Dessì (Canale40 Tv), con la seguente motivazione: “… per l’incessante opera di informazione professionale, attenta ai temi sociali del territorio e premurosa nel difendere i diritti con obiettività e indipendenza”.

Si è conclusa in un clima di grande festa, a Carbonia, la 1ª edizione della Primavera Sulcitana. Fino a tarda sera, migliaia di persone hanno affollato gli stand degli espositori, sistemati in Via Gramsci, Via delle Poste, Via Manno e in Piazza Roma, ed hanno seguito le numerose iniziative inserite nel programma della nona tappa di un progetto che ha fornito risposte importanti, ponendo le basi per una crescita nei prossimi anni. 23 Comuni si sono uniti, “facendo sistema” – come si dice in questi casi -, per promuovere tutte le ricchezze di un territorio che ha le potenzialità per diventare un nuovo grande punto di riferimento per i flussi turistici dalla Penisola, dagli altri paesi europei e non solo.

In Piazza Roma, dove si sono svolte varie iniziative, è stato allestito un grande ristorante all’aperto, nel quale centinaia di persone hanno cenato a base di prodotti tipici del territorio e del resto della Sardegna; piatti tipici sono stati distribuiti anche nelle altre zone espositive, con grande ed apprezzata partecipazione; lungo la Via Gramsci, la Via Fosse Ardeatine e la Via Manno, si è svolta una mini sfilata con gruppi in costume provenienti da tutti i Comuni che hanno partecipato nell’arco di due mesi (ha iniziato Iglesias, ha concluso Carbonia) alla rassegna, con arrivo in Piazza Roma.

In serata, a conclusione della giornata e dell’intera Primavera Sulcitana, c’è stato il concentramento nell’anfiteatro di Piazza Marmilla, dove si sono esibiti 23 bambini, uno per ogni Comune, con palloncini colorati, sbandieratori di Iglesias, gruppi in costume, in presenza degli assessori dei due Comuni capoluogo, Loriana Pitzalis di Carbonia e Barbara Mele di Iglesias, presenti anche altri sindaci e assessori.

Grande soddisfazione è stata espressa dai promotori dell’iniziativa: Alessia Littarru, Ivan Scarpa, Luciano La Mantia e Gianni Porcu.

L’album di fotografie allegato documenta il clima di grande festa vissuto a Carbonia.

_MG_2829

 

_MG_2803

 

_MG_2845 _MG_2844 _MG_2843 _MG_2842 _MG_2841 _MG_2840 _MG_2839 _MG_2838 _MG_2837 _MG_2836 _MG_2835 _MG_2834 _MG_2832 _MG_2831 _MG_2830  _MG_2828 _MG_2827 _MG_2826 _MG_2825 _MG_2824 _MG_2823 _MG_2822 _MG_2821 _MG_2820 _MG_2819 _MG_2818 _MG_2817 _MG_2816 _MG_2815 _MG_2814 _MG_2813 _MG_2812 _MG_2811 _MG_2810 _MG_2809 _MG_2808 _MG_2807 _MG_2806 _MG_2805  _MG_2802 _MG_2801 _MG_2800 _MG_2799 _MG_2798 _MG_2797 _MG_2796 _MG_2795 _MG_2794 _MG_2793 _MG_2792 _MG_2791 _MG_2790 _MG_2789 _MG_2788 _MG_2787 _MG_2785 _MG_2784 _MG_2783 _MG_2782 _MG_2781 _MG_2780 _MG_2779 _MG_2778 _MG_2777 _MG_2776 _MG_2775 _MG_2774 _MG_2773 _MG_2772 _MG_2771 _MG_2770 _MG_2769 _MG_2768 _MG_2767 _MG_2766 _MG_2765 _MG_2764 _MG_2763 _MG_2762 _MG_2760 _MG_2759 _MG_2758 _MG_2757 _MG_2756 _MG_2755 _MG_2754 _MG_2753 _MG_2752 _MG_2751 _MG_2750 _MG_2747 _MG_2746 _MG_2744 _MG_2743 _MG_2742 _MG_2741 _MG_2740 _MG_2737 _MG_2736 _MG_2734 _MG_2733 _MG_2732 _MG_2730 _MG_2729 _MG_2728 _MG_2727 _MG_2726 _MG_2724 _MG_2721 _MG_2720 _MG_2719 _MG_2718 _MG_2716 _MG_2715 _MG_2714 _MG_2713 _MG_2712 _MG_2711 _MG_2710 _MG_2709 _MG_2708 _MG_2707 _MG_2706 _MG_2705 _MG_2704 _MG_2703 _MG_2702 _MG_2701 _MG_2700 _MG_2699 _MG_2698 _MG_2697 _MG_2696

 

Copertina20150611_122907 20150611_122704

È stato presentato questa mattina, nel corso di una conferenza stampa svoltasi nella sala riunioni della Torre Civica, il programma dell’ultima tappa della manifestazione “Primavera Sulcitana” che si terrà a Carbonia sabato 13 e domenica 14 giugno.

Alla conferenza stampa hanno partecipato il sindaco di Carbonia, Giuseppe Casti, l’assessore della Cultura, Loriana Pitzalis, l’assessore dell’Istruzione, Lucia Amorino, i rappresentanti dell’associazione Primavera Sulcitana e tante altre persone che hanno collaborato alla realizzazione dei vari eventi inseriti nel programma della manifestazione.

Il sindaco Giuseppe Casti ha espresso grande soddisfazione per l’organizzazione della tappa cittadina di “Primavera Sulcitana”, descrivendola come un importante tassello per la promozione della città e del suo patrimonio. Una città che si presenterà in forma smagliante alle tantissime persone che sceglieranno di trascorre un entusiasmante fine settimana a Carbonia.

Il sindaco ha voluto ringraziare l’Associazione Primavera Sulcitana, organizzatrice dell’evento, rappresentata nella conferenza stampa da Alessia Littarru, Luciano La Mantia e Ivan Scarpa, tutti gli assessori che hanno collaborato, gli uffici comunali che hanno svolto un importante lavoro, tutte le associazioni che hanno partecipato all’organizzazione dell’evento e i sindaci degli altri Comuni del Sulcis che hanno aderito all’iniziativa.

L’assessore della Cultura Loriana Pitzalis e i rappresentanti dell’associazione organizzatrice, hanno descritto il ricco programma, che potrà essere consultato nella pagina facebook Carbonia Newsletter.

IMG_0865 IMG_0867 IMG_0870 IMG_0871 IMG_0880 20150415_120200 copia 20150415_120317 copia

E’ stata presentata questa mattina, nel corso di una conferenza stampa svoltasi nella Sala Remo Branca del Municipio di Iglesias, la prima edizione della manifestazione “Primavera Sulcitana – Sulcis in Food” che prenderà il via sabato 18 aprile a Iglesias e si concluderà domenica 14 giugno a Carbonia. La manifestazione si propone come interessante formula per la promozione culturale e turistica del territorio, abbracciando una molteplicità di settori: dalla gastronomia al paesaggio, dalla tradizione alla cultura e tantissimo altro ancora. Quasi tutte le amministrazioni comunali del territorio dell’ex provincia di Carbonia Iglesias (è rimasto fuori solo il comune di Nuxis che gli organizzatori sperano di coinvolgere già il prossimo anno, alla seconda edizione) e il comune di Teulada, storicamente parte integrante del Sulcis ma nel passato recente rimasto legato alla provincia di Cagliari, hanno accolto con entusiasmo l’iniziativa.

Hanno partecipato alla presentazione i componenti il gruppo fondatore dell’associazione “Primavera Sulcitana” (il presidente Luciano La Mantia, Gianni Porcu, Alessia Littarru e Ivan Scarpa); il sindaco e il vicesindaco di Iglesias, Emilio Gariazzo e Simone Franceschi; i sindaci di Tratalias Marco Antonio Piras, di Teulada Daniele Serra e di Fluminimaggiore Ferdinando Pellegrini; e numerosi assessori degli altri comuni (Carbonia, Domusnovas, Gonnesa, Portoscuso e San Giovanni Suergiu).

Luciano La Mantia ha spiegato che l’iniziativa è nata poco più di due mesi fa, sulla scia delle importanti esperienze maturate dai comuni della provincia di Nuoro delle Cortes Apertas e della convinzione che il territorio del Sulcis Iglesiente abbia tutte le potenzialità per creare un evento importante che potrebbe costituire una valida base di partenza per lanciare a media e lunga scadenza un modello di sviluppo diverso e, comunque, fin dall’inizio integrativo di quello esistente, legato quasi esclusivamente sull’industria.

Sulla stessa “lunghezza d’onda” gli interventi del sindaco di Iglesias e degli altri amministratori presenti, entusiasti del progetto e delle prospettive che potrebbero scaturirne.

E’ intervenuto anche il parroco della Cattedrale Santa Chiara, Antonio Mura, che si è complimentato con gli organizzatori e gli amministratori presenti per l’iniziativa che, a suo dire, potrebbe contribuire al rilancio del territorio.

Questo il calendario completo della manifestazione, fatto di nove tappe che copriranno tutti i fine settimana, con l’aggregazione, in sette tappe, di due, tre o quattro comuni nello stesso fine settimana.

18-19 aprile: Iglesias

25-26 aprile: Carloforte, Giba, Masainas e Villamassargia

02-03 maggio: Tratalias, Villaperuccio e Sant’Anna Arresi

09-10 maggio: Calasetta, Gonnesa e Portoscuso

16-17 maggio: Buggerru, Domusnovas e San Giovanni Suergiu

23-24 maggio: Narcao, Perdaxius e Santadi

30-31 maggio: Sant’Antioco e Teulada

06-07 giugno: Piscinas, Fluminimaggiore e Musei

13-14 giugno: Carbonia.

TelegammaIntervista Telegamma 1

Trent’anni fa nasceva Telegamma, la prima televisione privata del Sulcis Iglesiente. Erano le 21.00 del 26 marzo 1984, quando dagli studi di Piazza Rinascita aveva inizio “Obiettivo Sport“, il programma che apriva ufficialmente le trasmissioni. Scrivendo queste righe è grande in me l’emozione, perché, poco più che ventenne, ebbi l’onore di entrare per primo, attraverso gli schermi delle TV, per di più in rigorosa diretta, nelle case di tanti sulcitani.

In quel 1984 la Sardegna e il Sulcis Iglesiente erano profondamente diversi rispetto ad oggi. Presidente della Regione era il democristiano Angelo Rojch, vi rimase fino al 23 giugno e il 26 agosto venne sostituito dal sardista Mario Melis; sindaco di Carbonia, da meno di un anno, era il comunista Ugo Piano; sindaco di Iglesias era il socialista Paolo Fogu; il comunista Salvatore Cherchi meno di un anno prima era stato eletto per la prima volta parlamentare, alla Camera dei Deputati; il socialista Antonello Cabras era presidente del Comprensorio del Sulcis e qualche mese dopo sarebbe stato eletto sindaco di Sant’Antioco.

Trent’anni, tante esperienze, tante emozioni, assolutamente indimenticabili. Il mondo è cambiato ma per il Sulcis Iglesiente, purtroppo, per molti aspetti non certamente in positivo. Il modello di sviluppo basato sulla grande industria, allora ancora vivo, garantiva molte migliaia di buste paga e, grazie anche ad un rilevante indotto, una condizione socio-economica sicuramente migliore di quella odierna. Quel modello di sviluppo è ormai al tramonto ed al suo posto non è stata preparata un’adeguata alternativa.

Sul piano strettamente personale, Telegamma ha segnato la mia formazione professionale per molti anni. Sono stati anni di grande responsabilità ed impegno totale, nei quali la carica di entusiasmo ha supplito spesso alle carenze strutturali e alle limitate disponibilità economiche. Ho dato e ricevuto tanto, soprattutto in termini di autonomia gestionale della redazione giornalistica che per molti anni ho avuto l’onore e l’onere di dirigere. Posso dire di non aver mai avuto pressioni di alcun genere dalla proprietà (Domenico Sirigu, mio primo interlocutore, Luciano La Mantia e l’imprenditore Paolo Cossu) e di aver portato avanti una linea editoriale completamente autonoma. Negli anni ci sono state anche incomprensioni che mi hanno portato a lasciare l’incarico, ma anche queste non hanno modificato minimamente il mio giudizio complessivo su una lunga, straordinaria esperienza professionale, che alla fine ho deciso di interrompere esclusivamente per mia scelta, per affrontare nuove avventure, con nuovi stimoli.

Oggi ringrazio tutti, dalla proprietà a tutti i collaboratori, con alcuni dei quali posso dire di aver trascorso una parte importante della mia vita professionale.

Sono passati trent’anni e sembra ieri. I ricordi restano, senza rimpianti. La vita continua.

 

Layout 1

I candidati consiglieri più votati a Sant’Antioco. Il primo è Ignazio Locci, Forza Italia, 1.233 voti. Alle sue spalle Fabrizio Steri, Gentes, 604 voti; Luciano La Mantia, Unidos, 184 voti; Pietro Morittu, Partito Democratico, 178 voti; Luca Pizzuto, Sinistra Ecologia Libertà, 139 voti; Roberta Serrenti, UDC, 124 voti; Marco Fontana, Partito Democratico, 105 voti;

Layout 1

I dati sulle preferenze ai singoli consiglieri a Carbonia sono definitivi. Il più votato in assoluto risulta Pietro Morittu, del Partito Democratico, con 1.661 voti; lo segue Luciano La Mantia, di Unidos, con 1.216 voti; Luca Pizzuto, di Sinistra Ecologia Libertà, con 886 voti; Pietro Cocco, del Partito Democratico, con 759 voti; Peppino La Rosa, dei Riformatori Sardi, con 733 voti; Luisa Poggi, del Partito Democratico, con 682 voti; Francesco Fele, dell’UDC, con 551 voti; Mario Porcu, di Forza Italia, con 426 voti; Gianluigi Rubiu, dell’UDC, con 382 voti; Paolo Dessì, di Forza Italia, con 306 voti; Ignazio Locci, di Forza Italia, con 286 voti; Sandro Masciarelli, dell’UDS, con 189 voti; Andrea Impera, di Gentes, con 183 voti; Aldo Mulas, del Movimento Sardegna Zona Franca, con 134 voti; Elvira Usai, di Comunidades, con 127 voti; Guido Vacca, del PSI, con 116 voti.