26 May, 2022
Home2021Agosto (Page 4)

Domani, domenica 29 agosto, si rinnoverà, per il 19° anno consecutivo, la posa in mare, presso l’isola “La Vacca”, di una corona d’alloro su un’opera realizzata dallo scultore antiochense Gianni Salidu, una “Sirena che abbraccia un delfino”, che si trova in una grotta a 12 metri di profondità. L’iniziativa è organizzata dall’associazione “Sant’Antioco abbraccia il mare”, guidata da Pinella Bullegas, con la collaborazione dei sommozzatori del Nucleo carabinieri di Cagliari. Collaborano l’Amministrazione comunale di Sant’Antioco, i carabinieri sommozzatori di Cagliari, la motovedetta dell’Esercito, il Corpo Forestale e la Capitaneria di porto di Sant’Antioco, i carabinieri di Sant’Antioco, la Protezione civile di Sant’Antioco, don Giulio Corongiu, Mario Sanna Pescaturismo, e Giordano Pinna, nipote di Gianni, che lancerà la corona d’alloro ai sommozzatori. 

Se le condizioni meteo lo permetteranno, alcuni giovani parteciperanno al corteo con i kayak e le canoe.

Il corteo, che sarà particolarmente numeroso grazie anche alla presenza dell’imbarcazione di Franco Mascia, partirà dal porticciolo turistico alle ore 9.00 verso l’isola della Vacca, accompagnato da don Giulio Corongiu che, benedirà la corona nel corso di una breve cerimonia.

L’ennesima truffa online è stata accertata ieri dai carabinieri di Sant’Antioco. Ieri, a conclusione di una serie di accertamenti investigativi, hanno denunciato a piede libero un operaio 52enne, con precedenti di polizia, per truffa aggravata. L’uomo, mediante un’inserzione di vendita fasulla, relativa a una piscina posta in vendita su una piattaforma online, era riuscito ad ottenere una ricarica della propria carta Postepay per € 600 da una commessa 38enne di Sant’Antioco. Una volta ottenuto il denaro, il venditore non aveva provveduto a spedire alla controparte quanto promesso, scomparendo da tutti i monitor, secondo un modo di operare ormai, purtroppo, molto diffuso. Dopo aver atteso inutilmente l’arrivo della piscina, in vista anche della conclusione della stagione estiva, la ragazza si è rivolta ai carabinieri che sono riusciti a risalire all’identità dell’uomo, che l’aveva raggirata. 

Un disoccupato cagliaritano 46enne è stato denunciato a piede libero per ricettazione dai carabinieri di Siliqua, a conclusione delle indagini scaturite da una denuncia per furto presentata da un 45enne di Orani residente a Sarroch. Il 46enne era stato fermato dai militari mentre si trovava in possesso del ciclomotore Yamaha Ovetto 50, provento di un furto denunciato pochi giorni prima dal legittimo proprietario presso la stessa stazione dell’Arma. Il ciclomotore è stato recuperato e restituito al proprietario che ormai non ci contava più. Qualche sospetto ben riposto e le attività dei carabinieri hanno consentito di ottenere un risultato in origine insperato. 

I carabinieri di Iglesias, ieri a conclusione delle indagini scaturite dalla denuncia querela presentata due giorni prima da una 40enne originaria del Burkina Faso, residente ad Iglesias, hanno deferito in stato di libertà per maltrattamenti in famiglia il marito convivente di 46 anni, operaio, incensurato, originario del Ghana. Dal racconto della donna è emerso che nell’ultimo anno il suo compagno si era reso responsabile di una serie di vessazioni nei suoi confronti, consistenti in ingiurie e violenze, verbali e fisiche, compiute anche alla presenza dei figli minorenni e culminate il 25 agosto scorso in un’aggressione che ha causato alla denunciante lesioni giudicate guaribili in giorni 15 dal Pronto Soccorso dell’Ospedale Sirai di Carbonia. La vittima e i figli minorenni sono stati accolti in località protetta da una struttura specializzata nell’assistenza a donne vittime di violenza di genere. La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari ha attivato le procedure del codice rosso sulla scorta delle conclusioni investigative dei militari. Si è aperta, dunque, una corsia preferenziale per la trattazione della vicenda che rientra nell’ambito della violenza di genere. La sicurezza della donna e dei suoi figli è attualmente garantita in attesa delle prossime determinazioni dell’autorità giudiziaria.

E’ stata presentata questo pomeriggio, nella sala polifunzionale del comune di Carbonia, la quindicesima edizione de “Il Sulcis Iglesiente espone” fiera dell’artigianato artistico, dell’agroalimentare e del turismo, organizzata dal Consorzio Fieristico Sulcitano, Artigianato, enogastronomia, spettacoli e musica per raccontare le eccellenze del Sulcis Iglesiente e della Sardegna, che ritorna all’aperto dopo un’edizione costretta ad andare in streaming per l’emergenza pandemica.
A presentare l’evento sono stati il presidente del Consorzio Fieristico sulcitano, Mauro De Sanctis; la sindaca di Carbonia, Paola Massidda; Giuliano Marongiu, responsabile dell’organizzazione della parte dedicata alla musica, allo spettacolo e all’intrattenimento; Sabrina Sabiu, assessora della Cultura del comune di Carbonia. Presente anche l’assessora delle Politiche sociali Loredana Barbera.
Il programma.
Sabato 28 agosto
Ore 16.00 Apertura stands espositivi, mostre e dimostrazioni
Ore 16.30 Animazione per bambini
Ore 17.00 Apertura punti ristoro
Ore 18.00 Inaugurazione ufficiale della Fiera in presenza delle autorità civili e religiose, presentata da Giuliano Marongiu con la madrina Laura Spano
Ore 19.00 Esibizione del Gruppo Folk Santa Giuliana di Serbariu
Ore 21.30 I Collage in concerto
Domenica 29 agosto
Ore 10.00 Apertura stands espositivi, mostre e dimostrazioni
Ore 10.00 Animazione per bambini
Ore 12.00 Apertura punti ristoro
Ore 21.00 Isola in festa con il sindaco di Scraffingiu
Evento di musica, intrattenimento e spettacolo ideato e condotto da Giuliano Marongiu con la partecipazione di Alessandro Pili, Laura Spano, Lucia Budroni, Incantos, Roberto Tangianu, Peppino Bande, Alessia Simoncelli e tanti ospiti a sorpresa.
La manifestazione si svolgerà nel rispetto delle prescrizioni anti Covid-19 secondo normativa vigente. L’area palco, circoscritta e con accessi regolamentati, avrà una platea con un numero di spettatori contingentato e controllato e unicamente posti a sedere.
Come previsto dal decreto pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il 23 luglio 2021 n. 175, a partire dal 6 agosto 2021, tutti coloro che vorranno partecipare agli spettacoli dal vivo, al di sopra dei 12 anni, dovranno essere in possesso l’accesso con green pass (la certificazione in formato digitale e stampabile, emessa dalla piattaforma nazionale del ministero della Salute che contiene un QR code per verificarne autenticità e validità).

A Iglesias, a causa dei lavori di collegamento della nuova condotta idrica della Via Fadda nell’incrocio con la via Olbia, martedì 31 agosto, dalle ore 8.30 alle ore 16.30, salvo imprevisti, sarà necessario interrompere l’erogazione idrica alle utenze ubicate nel distretto di via Isonzo.

L’interrogazione riguarderà le utenze delle vie:
– Via A. Pinna,
– Via Argentaria,
– Via A. Gambula,
– Via B. Powell,
– Via Bari,
– Via Bologna,
– Via Carrara,
– Via Concie,
– Via Cremona,
– Via Crocifisso,
– Via D. Chiesa,
– Via G. Diana,
– Via E. Camboni,
– Via E. Fadda,
– Via E. Toti,
– Via Ferrara,
– Via Firenze,
– Via Fiume,
– Via F. Baracca,
– Via F. Bandiera,
– Via Fratelli Cairoli,
– Via G. Poma,
– Via Generale A. Diaz,
– Via Genova,
– Via Giotto (Di Bondone),
– Via G. Leccis,
– Via G. Lussu,
– Via G. Pusceddu,
– Via G. Mameli,
– Via II Giugno,
– Via Indipendenza,
– Via Isonzo,
– Via Livorno,
– Via Madre Teresa di Calcutta,
– Via Matera,
– Via Messina,
– Via Metalla,
– Via M. Buonarroti,
– Via Milano,
– Via Modena,
– Via Monsignor G. Pirastru,
– Via Napoli,
– Via N. Bixio,
– Via Nuoro,
– Via Olbia,
– Via Oristano,
– Via Palermo,
– Via Perugia,
– Via Potenza,
– Via R. Laconi,
– Via Rimini,
– Via Salerno,
– Via Santa Barbara,
– Via Siracusa,
– Via Tenente Cacciarru,
– Via Terni,
– Via Torino,
– Via Trento,
– Via Trieste,
– Via Venezia,
– Via Vicenza,
– Via V. Lamieri,
– Via XX Settembre,
– Via XXV Aprile,
– Viale E. Fadda,
– Viale V. Veneto sino al n° 112,
– Vicolo E. Lussu,
– Vicolo Metalla,
– Vicolo Primo Argentaria,
– Vicolo Santa Barbara,
– Vicolo Secondo Argentaria,
– Piazza Brigata Sassari,
– Piazza G. Cavallera,
– Piazza Mercato,
– Piazza R. Levi Montalcini,
– Piazzetta A. Merini.

Potrebbero verificarsi inconvenienti temporanei di torbidità in fase di ripristino del servizio, sarà cura di Abbanoa, in tale eventualità, procedere ad operazioni di spurgo della rete. Qualora gli interventi venissero completati in tempi minori rispetto al previsto, il servizio sarà ripristinato anticipatamente.

Nella Necropoli di Is Loccis Santus, sullo sfondo di uno dei siti più suggestivi del territorio, la Fondazione Cammino Minerario di Santa Barbara, in collaborazione con il comune di San Giovanni Suergiu, ha organizzato una serata di musica e cultura per far rivivere sotto nuova luce la sacralità di luoghi senza tempo, in programma sabato 28 agosto, Lo spettacolo, a partire dalle ore 19.00, sarà preceduto da visite guidate al tramonto. In osservanza della normativa vigente, la partecipazione agli eventi pubblici sarà subordinata all’esibizione di Certificazione verde (Green pass).

Il consigliere di minoranza Simone Saiu ha presentato un’interrogazione e due interpellanze al sindaco di Iglesias, Mauro Usai, e agli assessori competenti.

L’interrogazione riguarda il mancato approvvigionamento idrico di San Giovanni Miniera, al fine di conoscere se l’Amministrazione, che ha ricevuto in più occasioni le lamentele delle famiglie e delle persone interessate, abbia interessato Abbanoa e come sia stata approvvigionata.

Le due interpellanze riguardano, la prima la campagna di tracciamento nelle scuole di Iglesias, indispensabile per ridurre la diffusione del Covid-19 e permettere uno svolgimento sereno delle lezioni; la seconda le ragioni per le quali l’impianto di Porto Flavia in 7 anni non sia stato restituito nella sua interezza.

Si alza il sipario sull’edizione numero 19 de “L’isola del teatro & l’isola raccontata”, in programma dal 28 agosto fino al 5 settembre a Fluminimaggiore. Il festival, organizzato dal Teatro del Sale di Cagliari, ha come filo conduttore “Terra!”.
La filosofia del Festival.
“Terra!”: innumerevoli volte questo grido è risuonato dalle coffe e dalle navi errabonde. Grido di naviganti ma anche di migranti in disperante ricerca di una nuova vita. Terra, la “nostra”, in cui affondano le nostre radici e che ci è stata prestata dai figli dei nostri nipoti.
La Terra che noi inquiniamo con consumi irresponsabili ed indifferenza. La Terra, la “nostra”, vilipesa dall’incuria e dalla furia voluta degli incendi che essa provoca. Questa Terra è l’unica che abbiamo e non esiste un pianeta di riserva. “Terra!”, dunque, perché sia un invito a cominciare a viverci con maggiore consapevolezza e responsabilità: vivere con sostenibilità.
Il programma.
Il festival 2021 è articolato in numerosi laboratori, performance, concerti, presentazione di libri, letture e, ovviamente, spettacoli teatrali. Per i laboratori, gli spettacoli e gli incontri è necessaria la prenotazione. È necessario, inoltre, essere in regola con le disposizioni sanitarie anti-Covid: certificazione vaccinale (green pass) o attestato di tampone negativo (il test deve risalire a non più di 48 ore prima dello spettacolo).
I laboratori.
Il primo laboratorio è previsto il 29 agosto, alle 10.00, nello Spazio Lab Parco Riola (replica il giorno dopo alla stessa ora). Sarà un laboratorio di giocoleria e movimento a cura di Emiliano Alessi. Alle 17.00, al Giardino del Museo Etnografico, “Madre Terra – Le dee dentro la donna”, un laboratorio di collage collettivo a cura di Simona Muratori.
Il 30 agosto, dalle 10.00 alle 13.30, laboratorio al Teatro del Respiro – Progetto Musica senza confini dal titolo “SuoniAmo insieme”, dedicato alle neo-famiglie, ideato e condotto da Francesca Romana Motzo (contattosonoro). Sempre il 30 agosto, alle 16.00, e sempre al Teatro del Respiro – Musica senza confini, le “Incursioni sonore” dedicato alle attrici ed attori in “form’Azione”. I due appuntamenti si replicano il giorno dopo, alla stessa ora.

L’1 settembre, a mezzogiorno, ad Arenas, l’ex villaggio minerario nel bosco, continua il progetto Musica senza confini con Circular Music, dedicato alla cittadinanza residente e in transito, ideato e condotto da Stefano Baroni. Dello stesso autore, alle ore 17.00, nello Spazio Lab Parco Riola, il laboratorio-performance “Drum Circle”.
Il 2 settembre, alle ore 18.00, allo Spazio Lab del Parco Riola, “Sulla terra bene sto! Mi metto in equilibrio”, un laboratorio di movimento/ Brain Gym per la vita quotidiana a cura del Teatro Botanico.
Il 3 settembre, sempre al Parco Riola, alle 18.00, “Lascio il Segno. Prendo una pietra e la trasformo in messaggio. Prendo una parola e la trasformo in movimento”, un racconto a cura del Teatro Botanico.
Lo stesso Teatro Botanico guiderà il laboratorio creativo con la terracotta “La Terra è nelle mie mani”, il 4 settembre, sempre alle 18.00, al Parco Riola, ed il giorno dopo, 5 settembre, con “Crescere consapevole – TetrArt”, laboratorio di riciclo con il Tetra Pak.
A corredo delle iniziative, per la prima volta e primo seme della edizione n. 20, prevista per l’estate 2022, ci sarà la residenza di ricerca e produzione artistica “Tutti su per terra!”, di
Davide Volponi.
Incontri con l’autore.
Il 30 agosto, alle ore 20.00, al Giardino del Museo Etnografico, ci sarà la presentazione del libro “La Isla Bonita” (66thand2nd edizioni) di Nicola Muscas.
Il 31 agosto, alle 19.00, sempre al Giardino del Museo Etnografico, incontro con Maria Teresa Fadda e il suo “Sogni e pastelli, amicolibro”.
Altro appuntamento l’1 settembre, alle ore 19.00, con il volume “Cenerentola del XXI secolo. Cenusareasa, storia di una badante romena” (EBS print) di e con Rocco Marascia.
Gli incontri si spostano al Tempio di Antas il 3 settembre: alle ore 19.00, “Storie Barocche” (Piemme edizioni) con Carlo Augusto Melis Costa e Nicolò Migheli. A seguire, alle 20.30, “Dalla parte del fuoco. Ovvero il paradosso di Bambi” (edizioni Il Maestrale) con Giuseppe Mariano Delogu. Chiuderà la serata l’incontro sul tema “Fogu! La lotta al fuoco dura 365 giorni l’anno”, al quale parteciperanno il sindaco di Santulussurgiu, Diego Loi, il sindaco di Fluminimaggiore, Marco Corrias, gli autori Giuseppe Mariano Delogu, Nicolò Migheli e Carlo Augusto Melis Costa. Il Festival aderisce alla campagna Pro Su Montiferru, devolvendo tutto l’incasso alle comunità colpite dagli incendi del 24-25 luglio.
Il 4 settembre, alle 19.00, al Giardino del Museo Etnografico, incontro con Giulio Cavalli che presenta “Disperanza” (Fandango libri).
Spettacoli.
Si comincia il 28 agosto, alle 19.00, all’Anfiteatro di Portixeddu, con “Tei Tei”, di e con Emiliano Alessi, una performance urbana di giocomicità per tutti. Si replica il 29, alla stessa ora, ma in Piazza Caduti.

Il 29 agosto il Festival si intreccia con le attività curate dalla Cooperativa Start Uno, alle 20.30, nel Tempio di Antas, “La Via Lattea nel cielo delle colonne di Antas”, visita guidata ed osservazione delle costellazioni al telescopio a cura della Cooperativa Start Uno con Il Planetario de L’Unione Sarda. L’appuntamento si replicherà il 18 settembre, a partire dalle 19.00. Alle 22.30, all’Anfiteatro Parco Riola, concerto di Adele Madau in “Soul of object”.
Il 30 agosto, alle 22.00, all’Anfiteatro Parco Riola, lo spettacolo “Niccolai in mondovisione. La leggenda del Cagliari dello scudetto”, con Fabrizio Passerotti, testo di Bepi Vigna e regia di Giulia D’Agostini per la produzione della Compagnia “I Girasogni”.
L’1 settembre, alle 20.30, nel Parco Riola, va in scena “E se i topolini scoprono i tombini? Quando la Natura si ribella”, liberamente ispirato al racconto “La Topastra” di Stefano Benni, di e con Marta Proietti Orzella.
Concerto in solo dedicato a Maria Lai il 2 settembre, alle 20.00, in tempo per il tramonto, al Tempio di Antas, con Marco Colonna che presenta “Fili”, omaggio all’artista ogliastrina.
Spettacolo clou il 4 settembre, alle ore 22.00, all’Anfiteatro Parco Riola, con “Disperanza”, di e con Giulio Cavalli, accompagnato da Federico Rama alla chitarra. Una produzione Epoché ArtEventi.
Infine, il 5 settembre, alle 21.30, all’Anfiteatro Parco Riola, andrà in scena “La Distanza della luna”, da “Le Cosmicomiche” di Italo Calvino. Le letture saranno a cura di Marta Proietti Orzella. Le musiche dal vivo di Stefano Guzzetti. Lo spettacolo è una produzione Teatro del Sale.

A causa di un problema di salute della violinista AnnaTifu il concerto Anniversary, in programma domenica 29 agosto a Iglesias, davanti alla Grotta di Santa Barbara, è stato annullato.

L’evento avrebbe dovuto chiudere il XII ArTango & jazz festival che a questo punto chiuderà domani, sabato 28 agosto, con il gran concerto finale della VII masterclass internazionale di bandoneon, inserita nella programmazione di ArTango. Il prezzo dei biglietti verrà rimborsato.

L’appuntamento di domani sarà alle 21,30 nel Chiostro di San Francesco di Iglesias dove si esibiranno i bandoneonisti arrivati in questi giorni da tutto il mondo per perfezionarsi accanto a grandi maestri come Juan Josè Mosalini, celebre bandoneonista argentino e intimo amico di Astor Piazzolla, Yvonne Hahn, docente di bandoneon al Conservatoire du Grand Avignon, Santiago Cimadevilla, docente di bandoneon alla Codarts University di Rotterdam e Fabio Furìa, docente di bandoneon al Conservatorio G.P. da Palestrina di Cagliari e direttore dell’Accademia Italiana del bandoneon.

Il concerto vedrà sul palco un’orchestra composta oltre che dai bandoneonisti anche dai musicisti che all’interno della mastserclass di bandoneon hanno partecipato ai corsi di perfezionamento per musicisti orchestrali. Il programma proporrà musiche di A. Piazzolla, O. Pugliese, A. Troilo.