22 January, 2022
Home2022Gennaio (Page 3)

Il presidente dell’OPI (Ordine delle Professioni Infermieristiche) Carbonia Iglesias, Graziano Lebiu, interviene sull’emergenza Covid-19 nel Sulcis Iglesiente, soprattutto per la mancanza nel territorio di un ospedale dedicato al trattamento dei CoViD+ e di uno CoViD Free e la continua difficoltà dei cittadini all’accesso alle cure.

«Dal piano regionale di emergenza per l’attivazione progressiva di strutture di area critica, nella fase 2 l’Ospedale CoViD in ASL Carbonia era stato individuato inizialmente al CTO di Iglesias con ben 33 posti letto dedicabili a potenziare terapia intensiva, pneumologia, infettivi. Ma per una serie sinergica e trasversale di altre determinazioni politiche, è stato invece ed immediatamente variato l’atto strategico per il governo della prima ondata pandemica, annunciando lo scostamento della struttura sanitaria individuata dal CTO all’ex Ospedale Civile Santa Barbarascrive in una nota Graziano Lebiu -. E’ sotto gli occhi di tutti come sia stata una previsione fallita sotto tutti i punti di vista, e le responsabilità sono diffuse. Il Sulcis Iglesiente meritava ben altro dell’attuale modello organizzativo assistenziale, che si sta dimostrando incapace di affrontare anche l’emergenza sanitaria di questi giorni come se due anni non avessero insegnato che la parola d’ordine è programmazione e non improvvisazione.»

«La politica del territorio ha solo rimodulato il piano di emergenza dal CTO al Santa Barbara senza seguirne ed essere capace di pretenderne l’effettiva realizzazione – aggiunge Graziano Lebiu –. Nei fatti, il piano di riorganizzazione della rete ospedaliera durante l’emergenza Covid-19 ha visto escluso il Sulcis Iglesiente dalla fruizione per  cittadini di un reparto Covid-19 dedicato, favorendo i viaggi della speranza di ammalati Covid-19 in altri centri della Sardegna.»

«Soprattutto, pensando alla popolazione più fragile, gli anziani, i cronici, i disabili, i meno abbienti, che continuano a correre il rischio di non poter ricevere cure e assistenza adeguate perché hanno già difficoltà a spostarsi anche nel breve raggio, ci sarebbero volute ben altre soluzioni che previsioni irrealizzate perché irrealizzabili conclude il presidente dell’OPI Carbonia Iglesias -. Nonostante ciò, riteniamo possano esserci ancora margini di approfondimento e confronto tra le istituzioni e le rappresentanze del Sulcis Iglesiente per una prospettiva di Servizio Sanitario Pubblico che possa trarre insegnamenti anche dal passato.»

Questa mattina i rappresentanti territoriali delle organizzazioni sindacali Fiom, Fsm, Uilm e CUB hanno incontrato il prefetto di Cagliari, Gianfranco Tomao. In discussione l’erogazione dell’integrazione della mobilità in deroga 2021 ai lavoratori ex Alcoa, oggi Sider Alloys.

«Nel corso dell’incontroriporta la segreteria Uilmil Prefetto ha assunto l’impegno di intervenire rivolgendosi, sia al ministero del Lavoro sia al ministero dell’Interno. Il rappresentante del Governo ha richiesto alle organizzazioni sindacali un resoconto tecnico sulle procedure di erogazione dell’integrazione, affinché il suo intervento possa essere risolutivo e non contestabile. Il Prefetto ha assicurato alle organizzazioni sindacali il suo tempestivo intervento e la massima collaborazione, per risolvere il problema.»

Armando Cusa

Dopo un mese abbondante di interruzione, determinata prima dalle festività di Natale e fine anno, poi dall’elevato numero di casi di positività al Coronavirus, domenica 23 gennaio ripartirà il campionato di serie D, con le partite della 17ª ed ultima giornata del girone di andata.

Il Carbonia, fermo dal 12 dicembre (sconfitto 4-0 a Muravera), giocherà sul campo del Gladiator, a Santa Maria Capua Vetere e tre giorni dopo sarà di scena ad Artena, alle 14.30, nel recupero della 15 giornata. Il Dipartimento Interregionale della Lega Nazionale Dilettanti Serie D, infatti, ha pubblicato il nuovo calendario dei recuperi, tra i quali, oltre a Vis Artena-Carbonia, figurano per il girone G, le partite Afragolese-Torres, Aprilia-Team Nuova Florida e Cynthialbalonga-Real Monterotondo Scalo. Per il Carbonia, resta in sospeso il recupero della partita casalinga con l’Aprilia, rinviata alla 16ª giornata.

La società, intanto, è sempre attiva sul mercato che quasi certamente verrà riaperto ufficialmente dopo la riunione di Lega di venerdì 21 gennaio ma consente sempre il tesseramento di calciatori svincolati. Dopo i nove acquisti definiti nel mese di dicembre, nelle ultime ore il Carbonia ha tesserato il trequartista fuoriquota Antonio Cristiano Altieri, classe 2002, originario di Sesto San Giovanni, lo scorso anno nella Primavera della Fermana ed attualmente svincolato. Nei prossimi giorni potrebbe vestire la maglia biancoblù anche Alexandre Koré, 30 anni, ala sinistra con doppia nazionalità Francia-Costa d’Avorio. E domani arriverà in città un nuovo attaccante, anche lui probabile innesto nell’organico a disposizione di David Suazo che, alla ripresa del campionato, avrà a disposizione una squadra rinnovata per oltre il 50% rispetto a quello con il quale ha iniziato la seconda stagione alla guida del Carbonia.

Giampaolo Cirronis

Dopo il calo di ieri, oggi sono triplicati i nuovi positivi al Covid-19 in Sardegna, 2.023 (numero mai raggiunto prima), su 23.784 test eseguiti (4.881 molecolari, 18.903 antigenici), l’8,5%.

E’ rimasto ancora invariato il numero dei pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva 27, mentre è salito di 26 unità quello dei pazienti ricoverati in area medica, 261.

Sono 21.722 le persone in isolamento domiciliare (965 in più di ieri). 

Si registrano 4 decessi: due uomini di 77 e 88 anni, residenti rispettivamente nella provincia di Nuoro e di Sassari, e due donne di 81 e 88 anni residenti rispettivamente nella provincia del Sud Sardegna e nella Città Metropolitana di Cagliari.

Le squadre del pronto intervento di Abbanoa hanno completato la riparazione del guasto individuato questa mattina nella condotta in corso Colombo all’altezza della rotatoria. Sono state avviate a fine mattinata le manovre di riapertura dell’erogazione nelle zone servite: Fregata, Serra Perdosa bassa e nel tratto terminale di Corso Colombo.

Qualsiasi anomalia potrà essere segnalata al servizio di segnalazione guasti di Abbanoa tramite il numero verde 800.022.040 attivo 24 ore su 24.

La Sardegna si è confermata, ancora una volta, luogo ideale per le competizioni di surf. Ieri, martedì 18 gennaio, si è concluso il Buggerru Surf Trophy, terza tappa del campionato italiano, organizzata dal Buggerru Surf Club con il patrocinio del comune di Buggerru. 

Lunedì mattina le prime onde hanno permesso lo svolgimento della categoria under 12 femminile; poi, con il mare costantemente in aumento, sono entrati in acqua gli atleti più grandi.

Nell’under 18 hanno vinto rispettivamente Ian Catanzariti e Francesca Valletti Borgnini; nell’under 16 Brando Giovannoni e sempre Francesca Valletti Borgnini, che gareggiava in entrambe le categorie. Tra gli under 14 i nuovi campioni sono Michele Scoppa e Camilla Cocco; nell’under 12 Chicco Anglani e Magnolia Rossi. 

I vincitori del Buggerru Surf Trophy sono stati invece Giorgio Santucci e Vittoria Backhaus per gli under 18, Massimo Baita Rufo e ancora Vittoria Backhaus negli under 16, Michele Scoppa e Chiara Cuppone negli under 14, Rocco Rigliaco e Magnolia Rossi negli under 12. 

Ha esordito il surfista locale Giacomo Rombi nella categoria under 16, mentre il più piccolo in gara è stato Rocco Rigliaco, 9 anni, proveniente dal Lazio, vincitore negli under 12. 

«È stata una due giorni bellissima all’insegna dello sport ha commentato il presidente del surf club e contest director, Simone Espositole onde sono state ottime soprattutto nella giornata delle finali. Tutti i finalisti hanno dimostrato di aver raggiunto un livello europeo, un segno dell’ottimo lavoro svolto dalla federazione, da tutti i club italiani e dai surf coach.»

«Per l’amministrazione comunale è estremamente importante avere manifestazioni di questo tipo nel nostro Comune e vogliamo ringraziare il Buggerru Surf Club per l’organizzazioneha spiegato il sindaco di Buggerru, Laura Cappellila gara, infatti, ha una doppia valenza: da un lato il surf ha un carattere inclusivo e da quasi trent’anni lo possiamo considerare lo sport principale nella nostra cittadina, dall’altro ci permette di dare visibilità al nostro territorio in un periodo dell’anno considerato di bassa stagione, e di farci conoscere anche dai nuovi surfisti italiani.»

Campionato, i risultati. 

U18 M: 1) Ian Catanzariti, 2) Giorgio Santucci, 3) Tommaso Pavoni. U16 M: 1) Brando Giovannoni, 2) Lorenzo Cipolloni, 3) Massimo Baita Rufo; U14 M: 1) Michele Scoppa, 2) Samuel Manfredi, 3) Federico Melis; U12 M: 1) Chicco Anglani, 2) Michael Monteiro, 3) Riccardo Gennari.

U18 F: 1) Francesca Valletti Borgnini, 2) Chiara Gugliotta, 3) Marta Begalli; U16 F: 1) Francesca Valletti Borgnini, 2) Vittoria Backhaus, 3) Marta Begalli; U14 F: 1) Camilla Cocco, 2) Chiara Cuppone, 3) Viola Brencoli; U12 F: 1) Magnolia Rossi, 2) Ludovica Chilà, 3) Mara Talarico.

Buggerru Surf Trophy, i risultati.

U18 M: 1) Giorgio Santucci, 2) Ian Catanzariti, 3) Tommaso Pavoni, 4) Filippo Marullo; U16 M: 1) Massimo Baita Rufo, 2) Brando Giovannoni, 3) Samuele Ricci, 4) Tommaso Scoppa; U14 M: 1) Michele Scoppa, 2) Federico Melis, 3) Samuel Manfredi, 4) Nicola Manca; U12 M: 1) Rocco Rigliaco, 2) Chicco Anglani, 3) Alex Filosini, 4) Leo Casula.

U18 F: 1) Vittoria Backhaus, 2) Marta Begalli, 3) Francesca Valletti Borgnini, 4) Gemma Adanti; U16 F: 1) Vittoria Backhaus, 2) Marta Begalli, 3) Francesca Valletti Borgnini; U14 F: 1) Chiara Cuppone, 2) Viola Brencoli, 3) Camilla Cocco, 4) Costanza De Lisi; U12 F: 1) Magnolia Rossi, 2) Caterina Congiu, 3) Ludovica Chila’, 4) Emma Ridolfini.

Il Buggerru Surf Trophy è stato supportato da Pitagora Costruzioni; Soul Wave; GP Immobiliare; Mytho; Il Punto Magico; We For, Nespresso; Visit Sulcis e numerosi sponsor locali.

Le squadre del pronto intervento di Abbanoa sono a lavoro in Corso Colombo, a Iglesias, per riparare un guasto improvviso riscontrato nella rete idrica all’altezza della rotatoria. Fino al completamento dei lavori sarà sospeso il servizio nelle zone Fregata, Serra Perdosa bassa e nel tratto terminale di Corso Colombo.

Abbanoa comunica che verranno intrapresi tutti gli accorgimenti necessari a limitare i disservizi. Qualsiasi anomalia potrà essere segnalata al servizio di segnalazione guasti di Abbanoa tramite il numero verde 800.022.040 attivo 24 ore su 24.

La Lega Sardegna ha depositato una mozione in Consiglio regionale, primo firmatario il responsabile regionale del Dipartimento Energia, Michele Ennas, con la quale si propone il ripristino del servizio di superinterrompibilità.
«Il servizio di superinterrompibilità, reso esclusivamente nei territori delle due isole maggiori (Sardegna e Sicilia), risulta tecnicamente simile all’interrompibilità ma con una remunerazione economica più alta che consente di compensare l’assenza di accesso ad altri strumenti e, nel contempo, soddisfa le esigenze di gestione della rete in sicurezza da parte di Terna ma anche ora, in ottica phase-out, risulta a sostegno del dispacciamento in sicurezza delle rinnovabili non programmabili esistenti e future», ha detto Michele Ennas.

«Oggi le aziende energivore insulari subiscono una pesante penalizzazione dal punto di vista dell’equità elettrica rispetto ai soggetti energivori peninsulariha aggiunto il segretario regionale Lega Sardegna Per Salvini Premier, Dario Giagoni -. Quello della superinterrompibilità è un sistema temporaneo, in passato già realizzato, che consente di venire incontro all’emergenza che si sta affrontando sui costi dell’energia, vista anche la condizione di insularità che la Sardegna vive in materia di competitività. Da parte del nostro Gruppo si sta lavorando per trovare una soluzione che possa risolvere a lunga gittata il problema energetico, un lavoro frutto di continue interlocuzioni con i nostri rappresentanti a Roma in particolare il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, il senatore Paolo Arrigoni e la sottosegretaria al Mite, Vannia Gava, la quale parteciperà al webinar organizzato giovedì con l’esecutivo regionale.»
«In attesa della conclusione dei lavori del cavo sottomarino Tyrrenian Link, abbiamo il dovere di garantire un riequilibrio dei costi per le aziende sardeha concluso il capogruppo della Lega in Consiglio regionale, Pierluigi Saiu -. Il tema dell’Energia, tanto a livello nazionale quanto a livello regionale, è da sempre centrale nel programma del nostro movimento. Lavoriamo per difendere le imprese sarde e su questa battaglia ci auspichiamo di trovare il più largo consenso politiche anche dalle altre forze politiche.»

Oggi le Segreterie Territoriali FIOM, FSM, UILM e CUB hanno incontrato in videoconferenza l’assessorato regionale del Lavoro e l’ASPAL, per discutere dei corsi di formazione.
«Dal confronto abbiamo ricevuto alcune informazioni – si legge in una nota congiunta delle organizzazioni sindacali –. I corsi formativi comprenderanno 9 agenzie formative, che avranno l’intento di preparare le persone attraverso i corsi di formazione che dureranno 200 ore; 80 di queste, saranno indirizzate alla sicurezza e 120 alla preparazione specialistica. I corsi si dovrebbero tenere in tre sedi, Portoscuso, Iglesias e Carbonia. Sino ad oggi, sono state convocare 399 persone, che dovranno rispondere alla convocazione tra il 18 ed il 22 gennaio, più altre 5 persone che dovranno entrare al lavoro e contemporaneamente frequentare i corsi. Potrebbe essere accaduto, che qualcuno involontariamente non sia stato convocato; se così fosse, chiediamo agli interessati di farlo presente all’organizzazione di riferimento immediatamente, per richiedere di essere inseriti nella convocazione. Abbiamo cercato di ottenere che questa convocazione avvenisse nel nostro territorio, ma questa scelta, avrebbe rischiato di far ritardare l’inizio dei corsi, e inoltre, doveva essere ri-sottoposta a nuovi protocolli di sicurezza, di conseguenza abbiamo obbligatoriamente condiviso di accettare, che vi dovrete recare a Cagliari nella sede del Cisapi. Il costo complessivo dei corsi ha un valore per voucher di 3.500,00 €, di questi, 500,00 € saranno girate ai lavoratori come rimborso spese.»
«Abbiamo appena ricevuto nel dettaglio, tutte le date che in questo mese dovranno essere rispettate, per consentire di fare di tutto affinché entro la fine di febbraio si possano avviare i corsi di formazione, stiamo facendo di tutto perché siano concentrati in meno giornate possibili, in modo da diminuire le eventuali spese si legge ancora nella nota sindacale -. Nell’occasione abbiamo avuto modo di parlare dell’integrazione economica della mobilita in deroga, che ancora non è stata erogata, nonostante le continue promesse, e sopratutto del rinnovo della mobilità per il 2022, che coinvolge tutti i lavoratori in mobilità in deroga.»
«Su questi ultimi argomenti concludono i rappresentanti delle segreterie FIOM, FSM, UILM e CUB l’assessore avanzerà ulteriori solleciti a tutti i livelli; da parte nostra, nell’impossibilità di mettere in piedi iniziative a causa dell’aumentare dei contagi, stiamo predisponendo una incontro urgente con il prefetto per sollecitare la soluzione su integrazione e mobilità 2022.»

Armando Cusa

Il comune di Sant’Antioco ha affidato i lavori del progetto di riqualificazione dell‘area P.I.P. – Piano Insediamenti Produttivi che conta su 1 milione di euro di investimento. L’obiettivo è mettere a norma e rendere più sicuro ed accogliente l’insediamento produttivo antiochense situato tra via Logudoro e via Rinascita.

«È un altro ampio progetto di riqualificazione che mandiamo in esecuzionecommenta il sindaco Ignazio Locciil nostro tessuto produttivo, dopo anni di abbandono, aveva bisogno di essere rassicurato con adeguati interventi urbanistici: del resto, non ci si può aspettare nuovi investimenti-insediamenti su aree non appetibili, non dotate di servizi indispensabili come, per citare un esempio banale, la linea internet veloce. Stiamo intervenendo per far crescere il P.I.P. e per dare impulso all’economia locale. Inoltre, recentemente abbiamo messo ordine nelle varie proprietà con tre bandi pubblici che hanno contribuito a sanare tutta una serie di situazioni poco chiare e anomale, oltre ad avere attribuito nuovi lotti. Adesso affrontiamo questo grande progetto di efficientamento e riqualificazione.»

Le lavorazioni prevedono una serie di interventi inseriti nell’ambito di un primo lotto funzionale che vanno dalla realizzazione di nuovi marciapiedi e nuove cunette per il deflusso delle acque, alla riqualificazione del manto stradale fino all’inserimento di nuovi lampioni per l’illuminazione.

«E non dimentichiamo anche la creazione di un ampio tratto di pista ciclabilesottolinea l’assessore dei Lavori pubblici e dell’Urbanistica Francesco Garau – la riqualificazione di via Rinascita restituisce un arteria funzionale per le attività produttive e per l’accesso alle zone umide e di balneazione del sud dell’isola. In tal senso la realizzazione della pista ciclabile è funzionale al progetto di programmazione della viabilità sostenibile che coinvolge le diverse località del Comune di Sant’Antioco, rafforzandone ulteriormente la vocazione turistica. Da evidenziare, inoltre, l’efficientamento energetico che, oltre a un riduzione dei consumi ottenuta mediante l’impiego di tecnologia LED, prevede un riassetto geometrico della disposizione dei pali in grado di garantire una distribuzione omogenea dell’illuminazione a terra. A questo si aggiungono, come detto, i lavori sulla carreggiata, dal bitume, alle cunette ai marciapiedi.»